stampa
Dimensione testo
REGIONE

Piano Battaglia, via libera alla manutenzione delle piste: sbloccate risorse per 300 mila euro

di

L'attesa è finita o almeno si spera: gli impianti di risalita di Piano Battaglia, nelle Madonie, possono riprendere a funzionare. Lo ha deciso il governo Musumeci che ha approvato la delibera che delimita le aree attrezzate fruibili al pubblico e dà il via alla manutenzione delle piste. Trecentomila euro le risorse immediatamente disponibili per la riapertura degli impianti, previste con la Legge di assestamento di bilancio e destinate, come contributo straordinario, alla Città metropolitana di Palermo, che è l'Ente concessionario.

"Si tratta di un passaggio indispensabile - afferma il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci - per consentire l'apertura degli impianti e l'avvio della stagione senza alcun ritardo, scongiurando ripercussioni negative sull'economia dell'intera zona. Piano Battaglia deve rappresentare il volano di crescita del settore ricettivo-turistico delle Madonie e l'auspicio è che tutti i soggetti coinvolti possano collaborare maggiormente per una crescita tangibile. Dal canto suo, il governo, attraverso i dipartimenti del Turismo, dell'Agricoltura e del Territorio, ha lavorato intensamente per supportare gli uffici della Città metropolitana nella soluzione dell’affidamento pluriennale del servizio".

Quali sono gli impianti e i sentieri accessibili

Rientra la pista nera ‘Vincenzo Mollica’, la pista rossa ‘Sparviero’ e le piste blu ‘Marmotta’ e ‘Scoiattolo’, la seggiovia della Mufara, la sciovia Mufaretta, il nastro trasportatore oltre alla biglietteria e gli altri uffici. Ci sono anche i sentieri della Mufara: Filippo Arena, Pippo Tarro e Maresciallo Di Franco.

Inoltre alla Piano Battaglia Srl potrebbe essere affidata anche la manutenzione delle piste da sci. Soddisfazione da parte del presidente della società, Giuseppe Catalano, per "la svolta impressa dal governo Musumeci, che ha concretamente dimostrato attenzione per la pratica degli sport invernali e lo sviluppo turistico della Madonie".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X