CALL CENTER

Raggiunto l'accordo su Almaviva, stop agli esuberi

Per la sede palermitana l'azienda ha comunicato ai sindacati che è disponibile ad aprire un tavolo istituzionale

PALERMO. Scongiurati i circa 2.500 licenziamenti nel gruppo Almaviva Contact, annunciati dalla società che si occupa di Information tecnologies su scala nazionale. Azienda e sindacati, dopo una trattativa fiume nella sede degli industriali a Roma, hanno raggiunto un accordo, che è stato siglato da tutte le organizzazioni dei lavoratori. L'intesa e prevede l'applicazione dei contratti di solidarietà per 12 mesi in tutte le sedi del gruppo e percorsi di formazione e riqualificazione per circa 10 mila dipendenti dell'azienda.

Per la sede palermitana, dove Almaviva occupa circa 4 mila persone, l'azienda ha comunicato ai sindacati che è disponibile ad aprire un tavolo istituzionale su base territoriale per ridiscutere l'ipotesi avanzata nei giorni scorsi, su un possibile accorpamento dei due siti. Secondo le organizzazioni sindacali, la chiusura di uno dei due call center a Palermo potrebbe essere la causa di circa 1.200 esuberi strutturali e per questo chiedono l'apertura di una trattativa con il comune di Palermo e la Regione siciliana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X