stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura La voce di Simona Molinari, grandi emozioni al Teatro di Verdura di Palermo
MUSICA

La voce di Simona Molinari, grandi emozioni al Teatro di Verdura di Palermo

di

L’ultima domenica del Sicilia jazz festival passa da Simona Molinari e l’Orchestra jazz siciliana. Ma non è tutto, perché di mattina lo statunitense Christian McBride incontrerà i suoi fans all’interno del «JazzVillage». La cantautrice pop-jazz si esibirà stasera a partire dalle 21.30 al Teatro di Verdura di Palermo per regalare al proprio pubblico emozioni che solo la sua voce sa dare.
La cantante campana, infatti, è dedita prevalentemente a sonorità jazz e swing ma ha ottenuto nell’arco della sua carriera importanti risultati anche nel mondo pop. E, insieme alla Ojs diretta dal maestro Vito Giordano, la Molinari arriverà al cuore del pubblico con la stessa forza che si ha quando in mezzo ad un giardino si accarezzano dei fiori, o meglio dei «Petali». Che poi sono gli stessi che Simona ha descritto nel suo ultimo lavoro discografico - uscito lo scorso primo aprile - e che probabilmente porterà sul palco dell’antico teatro palermitano insieme ai migliori successi della sua carriera.

Ma questa sarà una domenica ricca di emozioni, considerato che di mattina, invece, il pubblico palermitano potrà incontrare il contrabbassista, bassista, compositore, arrangiatore e insegnante statunitense - di Philadelphia - Christian Mc Bride a partire dalle 11.30 per una masterclass al Real Teatro Santa Cecilia ad ingresso libero ma sino ad esaurimento posti. Mc Bride, rimarrà poi a Palermo poiché si esibirà domani sempre al Verdura a partire dalle 21.30.

Ma la big di stasera rimare comunque la Molinari, artista che nel corso degli anni ha portato i suoi spettacoli sia nei teatri che nei jazz club più importanti d’Italia ma anche del mondo. Location come il Blue Note di New York e Tokyo, il Teatro Estrada di Mosca, il Grappa’s Cellar di Hong Kong ed il Brown Sugar di Shanghai. In sostanza, una cantautrice che sarà capace di far divertire l’ascoltatore regalando momenti di respiro internazionale. Gli stessi momenti che gli hanno permesso di collaborare e duettare con artisti di fama mondiale tra i quali Al Jarreau, Gilberto Gil, Peter Cincotti o Andrea Bocelli. E ancora Ornella Vanoni, Lelio Luttazzi, Renzo Arbore, Roy Paci, Danny Diaz e tanti altri.

Tanti altri proprio come tutti quegli artisti che all’interno del festival - organizzato dalla Regione, assessorato al Turismo Sport e Spettacolo, il cui coordinamento artistico è affidato alla fondazione «The Brass group» - ogni giorno, a partire dalle 18, si esibiranno con musica e live show in contemporanea lungo il centro storico del capoluogo siciliano.

Infatti dal Complesso Monumentale Santa Maria dello Spasimo al Real Teatro Santa Cecilia ma passando dal Palazzo Chiaramonte Steri, è previsto un fitto programma di concerti che non farà altro che accompagnare le passeggiate - del pubblico che si troverà lontano dal Vedura - con sound jazz grazie a figure artistiche ed ai musicisti residenti nel panorama jazzistico locale e siciliano. Il programma completo è disponibile su https://siciliajazzfestival.live, mentre per i ticket è possibile acquistarli su www.bluetickets.it.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X