stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura È morto lo scrittore palermitano Roberto Sottile, studioso del dialetto siciliano
LUTTO

È morto lo scrittore palermitano Roberto Sottile, studioso del dialetto siciliano

Tra gli autori in "cartellone" questa sera al festival "Il mare colore dei libri", in corso a Villa Cavallotti a Marsala, c'era anche Roberto Sottile, docente di linguistica e didattica dell'Italiano all'Università di Palermo e autore del testo "Suca. Storia e usi di una parola" (Navarra Editore), ma lo scrittore è deceduto venerdì notte per un improvviso malore.

"Addolorato per la perdita di Roberto Sottile - dice l'editore Ottavio Navarra, direttore artistico del festival letterario - Abbiamo perso una mente lucida sulla Sicilia contemporanea. Lo ricorderemo nel Festival Il mare colore dei Libri. La sua scomparsa è una perdita profondissima per la nostra terra. Perdiamo una mente lucida sulla Sicilia contemporanea, di cui si sentirà la mancanza. Non nascondo il mio dolore, e di tutta la casa editrice, quando ci è stata comunicata la notizia della sua improvvisa scomparsa. Anche nei miei collaboratori ho avvertito una grande incredulità per una notizia triste che nessuno di noi si aspettava. Si è fatto subito apprezzare per le sue doti umane e letterarie".

"Ho conosciuto Roberto molti anni fa - continua Navarra - quando cominciammo la nostra splendida collaborazione per Le parole del tempo perduto, il suo primo libro pubblicato con noi. Ho perso un caro amico. Roberto era un uomo affascinato dai mutamenti del linguaggio, era una persona attenta e sensibile, profondamente curiosa del mondo. Questa curiosità lo portava ad ascoltare le più disparate comunità e gruppi giovanili, per il gusto di capire come cambia il mondo. Il suo ultimo lavoro per la nostra casa editrice era centrato sulla parola siciliana suca. Un lavoro di ricerca coraggiosa, fuori dagli stereotipi, per destabilizzare il linguaggio e raccontare come le parole scritte sui muri siano anche forme di comunicazione, che non vanno marginalizzate, ma capite, ascoltate, interpretate, lette".

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X