stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Cefalù, si dimette il presidente del museo Mandralisca
ISTITUZIONI

Cefalù, si dimette il presidente del museo Mandralisca

cefalù, Mandralisca, museo, Palermo, Cultura
Il museo Mandralisca di Cefalù

CEFALU'. Il presidente del museo Mandralisca di Cefalù, Franco Nicastro, ha presentato le dimissioni. «Ritengo che non sussistano più le condizioni per mantenere l'incarico», ha scritto in una nota al sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina. Nella decisione del presidente hanno pesato, ha spiegato, le continue fibrillazioni che negli ultimi tempi hanno appesantito il clima.

Discussioni sono sorte anche su questioni di scarsa rilevanza. L'episodio che ha spinto Nicastro a presentare le dimissioni è di qualche giorno fa. Riguardava una discussione sulla regolarità dell'atto di nomina di un nuovo componente del cda. Per il presidente sarebbe
bastato a superare ogni dubbio un rinvio breve di 48 ore. Ma gli altri componenti del consiglio hanno deciso, in assenza del presidente, di proseguire la seduta ma solo per decidere di rinviarla di nove giorni. «Non riesco a cogliere - ha detto Nicastro - il senso razionale di questa presa di posizione che ha finito per delegittimare il ruolo del presidente. Era l'ultima cosa da fare in un momento particolarmente difficile per la vita della Fondazione».

Le criticità finanziarie del Mandralisca erano state al centro di una relazione del presidente il quale aveva analizzato le cause degli squilibri sollecitando interventi immediati e strutturali sul versante della spesa «divenuta insostenibile rispetto alle entrate». Le difficoltà sono peraltro appesantite, aveva aggiunto, da lungaggini burocratiche e dai ritardi con cui vengono liquidati i contributi regionali. La Fondazione non ha ancora incassato neanche il saldo del contributo del 2014. Oltre all'attuazione di un piano di rientro, il presidente aveva proposto di fermare il processo di indebitamento attraverso l'eliminazione delle diseconomie, una rimodulazione del trattamento dei dipendenti, l'abbattimento delle prestazioni straordinarie e l'avvio di azioni per il recupero e la messa a reddito di una vasta proprietà.

Prima di Franco Nicastro si erano dimesse altre due componenti del consiglio, Teresa Triscari e Flora Rizzo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X