stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, contratti degli operatori socio-sanitari del Cervello: vertice alla Regione
LA VERTENZA

Palermo, contratti degli operatori socio-sanitari del Cervello: vertice alla Regione

di
Palermo, Cronaca
Una protesta degli Oss l'estate scorsa

Sono stati convocati domani mattina (16 settembre) alle 10,30 gli operatori Oss dell’ospedale Cervello di Palermo presso la sede dell’assessorato regionale  della Salute, in piazza Ottavio Ziino.

All’incontro, che verterà sul tema dei contratti in scadenza al 30 settembre, saranno presenti anche gli esponenti dei sindacati Uil Fpl, Fials e Nursing up. La convocazione arriva dopo la fumata nera dell’ultimo incontro tra le parti, al quale aveva assistito anche il prefetto, Giuseppe Forlani.

Gli operatori continueranno a spingere sulla stabilizzazione di chi, tra i circa duecento Oss in scadenza, ha maturato 18 mesi di servizio di cui almeno 6 nel periodo Covid, così come previsto dalla legge Madia: «Puntiamo - spiegano alcuni operatori - alla possibilità di aumentare la dotazione organica del personale Oss, il personale più utilizzato per l’assistenza igienica e alberghiera dei pazienti. Inoltre, vorremmo che fossero aggiornati i coefficienti Oss per posti letto. Al momento, infatti, ci ritroviamo a dover accudire 11 pazienti ad operatore, quando il rapporto dovrebbe essere 1 ogni 3. Senza contare - proseguono - la riduzione del monte ore: allo stato attuale, infatti, i pazienti vengono lasciati da soli per circa un’ora e mezza tra la fine di un turno e l’inizio di un altro. La loro cura è affidata alla bontà e alla libertà degli infermieri».

E concludono: «In questo modo a soffrirne sono soltanto i degenti. Domani ci aspettiamo risposte concrete».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X