stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Arrestato per evasione a Parma l'assassino di Aurora Labruzzo: il delitto nel 1998 a Palermo
CARABINIERI

Arrestato per evasione a Parma l'assassino di Aurora Labruzzo: il delitto nel 1998 a Palermo

La signora uccisa a casa sua, a Brancaccio, era la moglie del proprietario di uno dei ristoranti più famosi di Palermo, Regine
Palermo, Cronaca
Nel riquadro Vincenzo Serio in una foto di archivio

I carabinieri di Pioltello e Milano hanno arrestato a Parma un uomo di 44 anni evaso dai domiciliari, dove si trovava dopo una denuncia per maltrattamenti ai danni della moglie. L’uomo, Vincenzo Serio, 44 anni, era già stato condannato ed aveva espiato la pena per l'omicidio a scopo di rapina, il 22 luglio del 1998, di Aurora Labruzzo, che si trovava a casa sua, in via Pianell, nel quartiere Brancaccio di Palermo. La signora Labruzzo fu uccisa con 64 coltellate.

Evaso dopo avere rotto il braccialetto elettronico, il 23 maggio scorso, il 24 era a Fidenza (Parma), dove viveva la coppia, alla ricerca della donna e del loro figlio. La donna era però da tempo in una comunità protetta nel Milanese. Serio è stato rintracciato e portato in carcere a Parma. Aurora Labruzzo era moglie del proprietario di uno dei ristoranti più famosi di Palermo, Regine.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X