stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, il crac della catena di negozi Hessian: tornano libere madre e figlia
IN EDICOLA

Palermo, il crac della catena di negozi Hessian: tornano libere madre e figlia

Il 3 novembre scorso madre e figlia erano finite agli arresti domiciliari, a Palermo, con l’accusa di bancarotta fraudolenta e autoriciclaggio nell’ambito del crac della catena di negozi Hessian. A distanza di meno di un mese tornano libere (su disposizione del Tribunale del riesame) Patrizia Giannettino, 59 anni, e Noemi Ciulla, di 27, moglie e figlia dell’imprenditore Cesare Ciulla, di 61, che non ha invece avanzato ricorso.

Il collegio presieduto dal giudice Alessia Geraci ha, infatti, accolto le istanze presentate dagli avvocati Giovanni Di Benedetto, Ida Giganti, Federica Folli ed Enrico La Grassa che avevano contestato le misure restrittive.

Sul Giornale di Sicilia in edicola oggi un servizio completo di Vincenzo Giannetto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X