stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, la polizia chiude Graziano al mare a Sant'Erasmo
CONTROLLI «ALTO IMPATTO»

Palermo, la polizia chiude Graziano al mare a Sant'Erasmo

di
Il locale mancava di alcune necessarie autorizzazioni, scattano anche le multe

Anche Graziano al mare finisce nella rete dei controlli avviati nelle ultime settimane a Palermo dalla polizia nelle attività commerciali. Il chiosco aperto questa estate a Sant’Erasmo è stato multato per 10 mila euro e chiuso perché mancavano alcune autorizzazioni. Intanto la Scia che deve rilasciare il Comune per la somministrazione di bevande e alimenti che ha fatto scattare la prima sanzione di 5 mila euro e il sequestro amministrativo del locale. Ma mancava pure la Scia sanitaria, che ha fatto aumentare il conto con una seconda multa di tremila euro. Dulcis in fundo, i proprietari dovranno sborsare altri 1500 euro per la mancanza di tracciabilità di 20 chili di prodotti ittici. Il pesce è stato sequestrato e avviato alla distruzione come disposto dall’autorità giudiziaria. L’intervento rientra nell’ambito delle operazioni «Alto impatto» disposte dal questore Leopoldo Laricchia con l’ausilio della polizia municipale.

I controlli fanno parte di un piano di sicurezza straordinario per scovare ogni forma di illegalità, sia amministrativa che penale. Dall’Albergheria fino al Foro Italico, i servizi della polizia hanno visto scendere in campo il commissariato Oreto-stazione, la squadra mobile, il reparto prevenzione Crimine, la divisione di polizia amministrativa e sociale e le squadre cinofile. In un bar-centro scommesse in zona Oreto sono state invece riscontrate le ripetute violazioni della normativa Covid da parte dei clienti e del titolare dell’esercizio, con contestazione complessivamente di 6 sanzioni.

I poliziotti hanno effettuato una lunga serie di posti di controllo che hanno portato ad elevare numerose contravvenzioni per violazioni al codice della strada per un totale complessivo di 1.500 euro. Nel quartiere Albergheria, il 21 ed il 23 settembre scorsi, la polizia ha effettuato posti di controllo, perquisizioni, riscontri domiciliari su pregiudicati, controlli anti assembramento, controlli sul possesso del green pass e verifiche amministrative sugli esercizi commerciali. Multe erano scattate per un centro scommesse di via Roma e per una enoteca di Piazza Porta Sant’Agata.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X