stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Mafia a Palermo, Giovanni Ferrante svela i segreti del racket: pizzo a panifici e mercato
I VERBALI

Mafia a Palermo, Giovanni Ferrante svela i segreti del racket: pizzo a panifici e mercato

di
mafia, racket, Giovanni Ferrante, Palermo, Cronaca
Giovanni Ferrante al momento dell'arresto

Le mani di Cosa nostra sul mercato ortofrutticolo, i danneggiamenti per le estorsioni e i business con le forniture di farina ai panifici: dai due verbali che Giovanni Ferrante ha riempito con le sue dichiarazioni il 20 agosto ed il 2 settembre (depositati al processo Mani in pasta, che si tiene in abbreviato davanti al Gup Simone Alecci) arrivano molte conferme e qualche distinguo rispetto alle versioni che il cugino - boss mafioso dell’Acquasanta e pure lui aspirante collaboratore di giustizia - Gaetano Fontana aveva già reso di recente.

Gli omissis sono tanti, come i dubbi degli inquirenti sulla sua attendibilità e sul potenziale delle sue conoscenze e della sua reale volontà di collaborare. Il percorso è appena cominciato e lui, assistito dall’avvocato Gloria Lupo e davanti ai sostituti procuratori Dario Scaletta, Giovanni Antoci e Maria Rosaria Perricone, parte proprio dagli affari della mafia nell’ortofrutta.

Sul Giornale di Sicilia in edicola la versione integrale dell'articolo.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X