stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Libero Grassi ucciso a Palermo 30 anni fa: gli eventi in programma e la vernice rossa in via Alfieri
L'ANNIVERSARIO

Libero Grassi ucciso a Palermo 30 anni fa: gli eventi in programma e la vernice rossa in via Alfieri

Trent'anni fa la mafia uccideva Libero Grassi. Assassinato, in via Alfieri, a due passi da casa. Erano le 7,45 del 29 agosto 1991. Una data che è rimasta impressa nella mente di chi oggi combatte il pizzo.

Gli eventi per ricordare Libero Grassi

Sono tante le manifestazioni della famiglia e dell’Associazione Addiopizzo per ricordare l’imprenditore. Si inizia con la Libero Grassi randonnèe partita da piazza Unità d’Italia e che arriva, dopo un giro sulle Madonie, intorno alle 16 in via Alfieri. Ma c'è anche la ciclopedalata Libero Grassi che parte alle 8,30 sempre da piazza Unità d’Italia con arrivo alla pasticceria Costa.

In via Alfieri alle 7,45 è il momento del ricordo della famiglia: tutti possono portare un fiore di vinca sul luogo in cui fu ucciso Libero Grassi che si era opposto al racket, celebre la sua lettera al "caro estortore", pubblicata il 10 gennaio 1991 sul Giornale di Sicilia.

La figlia Alice, che in un articolo di Giusi Parisi sul quotidiano oggi ricorda il padre ("Nessuno poteva fargli cambiare idea"), ricostruirà la scena dell’assassinio macchiando con vernice rossa il punto esatto del marciapiede in cui Libero è rimasto vittima del vile attentato.

Poi sarà affisso il tazebao scritto con un pennarello nero dove si legge che «qui è stato assassinato Libero Grassi, uomo coraggioso, ucciso dalla mafia, dall’omertà dell’associazione degli industriali, dall’indifferenza dei partiti e dall’assenza dello Stato».

Colazione di consumo critico, Pago chi non paga, alla pizzeria La Braciera dei fratelli Cottone che, con l’aiuto di Addiopizzo, hanno denunciato anni di angherie e vessazioni.

Alle 10,30 a Villa Lampedusa un dibattito condotto dal giornalista Lirio Abbate con la partecipazione del prefetto di Palermo, Giuseppe Forlani, il procuratore aggiunto Salvatore De Luca e il commissario nazionale antiracket, Giovanna Stefania Cagliostro. Alle 16,30 il via alla VI edizione di Vela per l’inclusione sociale e alle 21, all’arena della Cala, il docufilm Io sono Libero alla presenza dell’attore Alessio Vassallo.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X