stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, la variante Delta fra i turisti fa aumentare i contagi a Palermo: da oggi le nuove ordinanze di Orlando
LA PANDEMIA

Coronavirus, la variante Delta fra i turisti fa aumentare i contagi a Palermo: da oggi le nuove ordinanze di Orlando

coronavirus, Palermo, Cronaca
FOTO ARCHIVIO

Aumentano i contagi in tutta la Sicilia e i sindaci dei vari comuni mettono in atto misure nuove misure di contenimento del Coronavirus. A Palermo, infatti, oggi scattano i provvedimenti firmati nei giorni scorsi dal sindaco Leoluca Orlando. La provincia di Palermo, ieri, è stata la prima regione per nuovi casi dell'Isola, con ben 257.

A incidere è la variante Delta. I nuovi contagi nel capoluogo sono stati «rilevati, come sempre durante il mese di luglio, al 60% tra i turisti provenienti da Paesi Ue per i quali la Regione ha reso obbligatorio il tampone - spiega il commissario per l'emergenza Covid a Palermo Renato Costa in un articolo di Andrea D'Orazio sul Giornale di Sicilia -. Il restante 30% riguarda invece i residenti, perché, inutile negarlo, il virus ha ripreso a correre anche tra gli autoctoni, mentre un 10% è stato diagnosticato sui migranti di Lampedusa».

Da oggi, intanto, e nei giorni 6, 7, 8, 13, 14, 15, 20, 21, 22, 27, 28, 29 agosto e 3, 4, 5, 10, 11, 12, 17, 18, 19, 24, 25, 26 settembre, dalle 20 alle 7 vige a Palermo il divieto assoluto di somministrare e vendere per asporto bevande di qualsiasi natura in bottiglie di vetro o altri materiali il cui utilizzo improprio risulta idoneo a minacciare la incolumità personale, anche dispensate dai distributori automatici. La somministrazione deve avvenire in bicchieri di carta nei quali le bevande devono essere versate direttamente da chi effettua la fornitura o vendita. Per la vendita delle bevande già confezionate in contenitori in plastica, è imposto l’obbligo, per l’esercente, di procedere preventivamente all’apertura e rimozione dei tappi dei contenitori stessi.

Vietate anche bottiglie di vetro o altri materiali il cui utilizzo improprio risulta idoneo a minacciare la incolumità personale, per il consumo di bevande nelle aree pubbliche e aperte al pubblico. È sempre consentita la somministrazione e la conseguente consumazione di bevande di ogni tipo in contenitori di vetro o di ogni altro materiale, se il consumo avvenga all’interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne, di pertinenza dell’attività, legittimamente autorizzate all’occupazione di suolo pubblico. In caso di violazione delle disposizioni, è prevista una sanzione che va dai 500 ai 5.000 euro.

Inoltre, dal primo agosto e fino al 30 settembre, in caso di assembramenti tali da non consentire i servizi di polizia, è interrotto il traffico pedonale e delle auto nelle zone di piazza Sant'Anna, piazza Magione e mercato della Vucciria. Resta sempre consentita la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti nel rispetto delle norme anti-Covid e del divieto di assembramento. Le sanzioni vanno dai 400 ai 1.000 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X