stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Emergenza sepolture a Palermo, salme trasferite in Calabria per la cremazione a spese del Comune
GDS IN EDICOLA

Emergenza sepolture a Palermo, salme trasferite in Calabria per la cremazione a spese del Comune

di

Il Comune di Palermo punta sulle cremazioni gratuite. Ottocentonovanta euro il costo per ogni trasferimento, servizio a costo zero per le famiglie. Parte da sotto il tendone con mille salme, esposte ai trenta gradi del sole di giugno, il viaggio dei defunti per la cremazione a Carpanzano, in Calabria, un trasferimento lento, centellinato nei giorni.

È questa la nuova strada che il Comune intende percorrere, accanto alle altre già intraprese, per poter riuscire a fronteggiare l’emergenza sepolture. Trentaquattro le bare che saranno trasferite dal cimitero dei Rotoli. Ieri le prime dieci salme sono state sistemate dai necrofori sui furgoni della ditta incaricata dal Comune. Di prima mattina assenti i familiari, forse sorpresi dalla decisione dell'Amministrazione di procedere alle cremazioni in Calabria.

Alcuni intoppi burocratici, causati dalla cronica insufficienza di personale negli uffici cimiteriali, stavano per bloccare lo spostamento delle salme. Poi l'intervento dell'assessore Toni Sala, presente al cimitero per un sopralluogo, ha avviato le procedure e i furgoni per il trasporto dei defunti sono arrivati da Carini al cimitero dei Rotoli, tra l'Arenella e Vergine Maria, intorno alle 11.

L'articolo completo sul Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X