stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bancarotta, una condanna e un'assoluzione per gli amministratori della Randazzo Cars a Palermo
TRIBUNALE

Bancarotta, una condanna e un'assoluzione per gli amministratori della Randazzo Cars a Palermo

Si è concluso il processo per bancarotta fraudolenta a carico degli amministratori della Randazzo Cars, autosalone di viale Regione Siciliana a Palermo, chiuso nel 2010. Il processo si è svolto davanti alla V sezione del Tribunale Collegiale di Palermo (Presidente Donatella Puleo, a latere Giudici Vassallo e Gagliardotto).

L’ipotesi di reato aveva ad oggetto la distrazione di diverse autovetture che, a seguito della sentenza dichiarativa di fallimento, non furono trovate dalla curatela nella disponibilità della società. Sotto processo erano finiti l’amministratore della società, Anna Rizzuto, e l’amministratore di fatto, Claudio Randazzo.

Il processo, iniziato nel 2018, si era concluso con la richiesta di pena avanzata dalla procura pari a tre anni e sei mesi per la Rizzuto, e a 4 anni per Randazzo.

Il Tribunale ha accolto la richiesta di pena per Randazzo, difeso dall’avvocato Francesco Billetta, condannato alla pena di 4 anni di reclusione, ed ha invece assolto per non aver commesso il fatto la Rizzuto, difesa dall’avvocato Giuseppe Brancato, escludendo la responsabilità per il cosiddetto amministratore apparente per i fatti di bancarotta contestati.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X