stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, via Ruggero Settimo e via Amari diventano aree pedonali
LA DELIBERA

Palermo, via Ruggero Settimo e via Amari diventano aree pedonali

viabilità, Palermo, Cronaca
Palermo, via Ruggero Settimo affollata di pedoni

Via Emerico Amari e via Ruggero Settimo a Palermo diventano aree pedonali. È stata infatti approvata, questo pomeriggio, la delibera da parte della giunta comunale. In via Ruggero Settimo il provvedimento è "sperimentale" per la durata di un anno.

L’assessore alla Mobilità "ha dato mandato al Servizio Mobilità Urbana per la predisposizione degli atti di competenza al fine di avviare la procedura atta alla pedonalizzazione della via Emerico Amari, tratto compreso tra via Francesco Crispi e via Michele Miraglia e tratto compreso tra via Principe di Scordia e la via Ruggero Settimo e, in via sperimentale - per la durata di mesi 12 per continuità di percorso come previsto dal Piano Generale del Traffico Urbano - via Ruggero Settimo intero tratto", sta scritto nell'ordinanza.

I principali obiettivi del Piano per il miglioramento della mobilità pedonale sono "incoraggiare l’uso pedonale degli ambiti urbani (piazze e strade) di maggiore frequentazione e pregio urbanistico-storico-architettonico-monumentale, tramite interventi ed iniziative che risolvano gli antagonismi con le altre componenti fondamentali del traffico e consentano l’installazione di adeguato arredo urbano, riqualificando così parti significative della città; favorire la pedonalità, vista come modalità di trasporto iniziale e finale dei movimenti effettuati con mezzi collettivi pubblici e/o con veicoli elettrici; elevare la continuità, il livello di sicurezza e la percorribilità dei percorsi pedonali, da intendere percorsi lungo la viabilità stradale e di attraversamento della stessa; valorizzare il trend della realtà croceristica nel porto di Palermo che ha rappresentato e continuerà, in fase post pandemia Covid 19, a rappresentare un’occasione di sviluppo economico della città richiedendo interventi mirati al miglioramento della qualità dell’offerta di accoglienza che la città di Palermo intende riservare al flusso turistico".

"Si tratta di un'area strategica per lo sviluppo e l'attrattività di una parte della città - dichiara il sindaco Leoluca Orlando - nel triangolo 'ingresso Porto-piazza Politeama-piazza Verdi'. La pedonalizzazione costituisce un'azione programmatoria cui dovranno seguire specifiche ordinanze che daranno conto di esigenze e proposte all'interno di una scelta fondamentale che connota la visione complessiva di governo di Palermo".
"Si tratta - affermano gli assessori Giambrone, Catania e Piampiano - di un progetto che unisce gli aspetti di decoro, vivibilità e attenzione all'impresa che ogni pedonalizzazione deve esprimere. La decisione presa oggi è frutto di un lungo percorso di dialogo e condivisione, che si esprime e prosegue anche con gli interventi in corso o già programmati anche nelle aree limitrofe, tutti destinati a rendere più vivibile e fruibile l'intera zona.
Questa pedonalizzazione assume una valenza particolare perché, una volta realizzati gli interventi previsti, quest'area rappresenterà la 'porta di ingresso' in città per le migliaia di turisti e crocieristi che, speriamo presto, torneranno a visitare Palermo".

Il provvedimento non piace a Confcommercio Palermo che in una nota definisce "intempestiva" la pedonalizzazione di via Emerico Amari e via Ruggero Settimo.

“Nel momento più drammatico per le nostre aziende e per l'economia cittadina, abbiamo chiesto al Comune di Palermo - spiega Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo - di ripristinare il libero accesso sia dei mezzi privati che di quelli pubblici su via Ruggero Settimo dopo che è stata finalmente consegnata l’area di cantiere della zona del Politeama prospiciente via Ruggero Settimo. Dinanzi a priorità ben più urgenti di cui doversi occupare, anche per venire incontro alla catastrofe che stiamo subendo, in una riunione di alcuni giorni fa, abbiamo ribadito l'esigenza di posticipare la sperimentazione a un periodo successivo alla definitiva 'liberazione' dei cantieri stradali tuttora aperti nella zona, come ad esempio quello del collettore fognario che blocca da anni via Roma. In questo momento di pandemia, ci sembra intempestivo portare avanti una pedonalizzazione di cui non possono usufruire né i palermitani alle prese con la zona rossa né tantomeno i turisti del tutto assenti in città e che continuerà ad allungare il tragitto tortuoso dei mezzi pubblici quando invece occorre accorciare i tempi di percorrenza per ridurre i rischi del contagio per i passeggeri”.

Il provvedimento è stato preceduto e sarà seguito, anche in vista delle specifiche ordinanze attuative, da una serie di incontri con le categorie produttive e i rappresentanti dei commercianti e dei cittadini che operano e vivono nelle aree interessate.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X