stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca La Sicilia scaccia la terza ondata ma preoccupano i contagi a Palermo: ecco perchè la zona bianca è lontana
CORONAVIRUS

La Sicilia scaccia la terza ondata ma preoccupano i contagi a Palermo: ecco perchè la zona bianca è lontana

di
coronavirus, Palermo, Cronaca
Gente a spasso in centro a Palermo

Nella Sicilia gialla che resiste alla terza ondata di Coronavirus c'è un caso Palermo. In tutta la provincia nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 257, quasi la metà del territorio regionale intero, più del doppio di quelli registrati nel Catanese (97), 5 volte di più di quelli della provincia di Messina (51).

Nelle altre zone della Sicilia i numeri sono molto più bassi: si va dai 47 di Siracusa ai 7 di Enna (dove le scuole sono chiuse fino a sabato 13 marzo). Appena 7 nuovi contagi a Trapani, un po' di più a Caltanissetta (38), Ragusa (24) e Agrigento (22).

Senza il dato di Palermo, probabilmente la Sicilia potrebbe davvero ambire alla zona bianca, che invece al momento è solo una chimera. Colpiscono i numeri del capoluogo e della provincia, che ha anche due zone rosse, ovvero i comuni di San Giuseppe Jato e San Cipirello. E non è solo il dato di oggi a far riflettere, ma l'andamento della curva secondo la rilevazione dell'Ufficio Statistica del Comune sui dati forniti dall'Asp.

Dalle tabelle emerge in modo preoccupante una ripresa dei contagi sia nel breve che nel medio periodo preso in considerazione. Cliccando qui è possibile leggere i dati di tutti i comuni della provincia di Palermo.

Due grafici, inoltre, analizzano la situazione dal 2 febbraio al 2 marzo e uno dal 19 ottobre al 2 marzo.

In questo ultimo grafico è evidente l'andamento verso l'alto della curva. I positivi alla data del 2 marzo sera erano poco più di 13.000 in tutta l'area metropolitana, di cui circa 11.400 nella città di Palermo.

In questo contesto, non stupisce la firma delle due ordinanze anti-Covid da parte del sindaco Leoluca Orlando. Il primo provvedimento individua alcune aree in cui viene disposto il divieto di stazionamento, l'altro dispone la chiusura di strade e piazze cittadine in particolari circostanze.

La situazione generale della Sicilia resta comunque buona, soprattutto se rapportata al resto d'Italia che domani in larga parte dovrebbe tingersi di rosso e di arancione. L'Isola, invece, resterà in giallo anche per la quarta settimana di fila.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X