stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Infermiere vaccinato positivo a Palermo, cosa può accadere tra prima e seconda dose
CORONAVIRUS

Infermiere vaccinato positivo a Palermo, cosa può accadere tra prima e seconda dose

Il caso dell'infermiere dell'ospedale Civico di Palermo positivo nonostante il vaccino rientra nella casistica anticipata già da mesi dagli studiosi. "Tra prima e seconda dose ci si può infettare" ha ribadito ieri ai microfoni di Tgs il direttore generale dell’ospedale Civico, Roberto Colletti. "Adesso si lavora per cercare di ricostruire le dinamiche. Nulla sembra essere certo. Sia nella trasmissione del contagio, che nella tempistica. Si sta approfondendo il caso "e stiamo continuando a fare i tamponi ogni cinque giorni a tutti gli operatori".

Non si sa, continua Coletti, "se il veicolo infettante sia stato l’infermiere oppure se siano stati i malati che hanno infettato l’infermiere. È un caso limitato, ma è un caso da osservare con molta attenzione".

"Ho sentito i medici specialisti del settore che - prosegue - mi dicono che è possibile che il virus lui lo possa aver preso fra il primo e il secondo vaccino. Parliamo, quindi, di un momento in cui la copertura non è ottimale. Bisogna continuare a studiare questo caso. Noi proseguiamo con l’attività di monitoraggio".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X