stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Abuso d'ufficio all'Asp di Palermo, chiesto il rinvio a giudizio per l'ex manager Candela
"SORELLA SANITÀ"

Abuso d'ufficio all'Asp di Palermo, chiesto il rinvio a giudizio per l'ex manager Candela

Il pm Pierangelo Padova ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex manager dell’Asp di Palermo Antonino Candela, ai domiciliari da maggio con l’accusa di aver intascato tangenti sugli appalti sanitari, nell’ambito dell’inchiesta della Gdf denominata «Sorella Sanità».

L’accusa in questo nuovo procedimento abuso d’ufficio e omessa denuncia di reato nell’ambito. Quando il manager era a capo dell’Asp di Palermo avrebbe censurato il veterinari Paolo Ingrassia che aveva segnalato dichiarazioni false nel curriculum di un collega «promosso» dal manager. Candela, secondo le indagini della procura, non ha denunciato quanto era stato segnalato da Ingrassia ma ha confermato l’incarico.

Sarebbe stato punito lo stesso veterinario che avrebbe segnalato il presunto abuso che è stato demansionato e sospeso dal servizio. L’udienza preliminare è stata fissata il 21 gennaio davanti al giudice Lorenzo Jannelli.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X