stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Allarme a Palermo: contagi alla Rap, al call center Abramo e in un reparto di Villa Sofia
L'EPIDEMIA

Allarme a Palermo: contagi alla Rap, al call center Abramo e in un reparto di Villa Sofia

Crescono i contagi a Palermo. Nuovi casi di Coronavirus stanno alimentando la preoccupazione tra gli impiegati della Rap e del call center Abramo. Lì infatti prestano servizio un uomo e una donna, risultati positivi al tampone nelle ultime ore. Contagio anche a Villa Sofia, scoperto dopo ben tre tamponi negativi e una tac pulita, ma il quarto esame ha confermano la positività.

Alla Rap è stato contagiato un dipendente che lavora in un autoparco dell’azienda dei rifiuti. L'amministrazione, che aveva già programmato i test sierologici per tutti i dipendenti, ha scelto dunque di accelerare i tempi. "Un caso asintomatico di contagio da Covid-19 è stato registrato fra i dipendenti della RAP impiegati all'interno degli uffici, in particolare di una delle aree operative dislocata presso la sede di via Ingham.

Ad informare l'azienda è stato lo stesso dipendente che di propria iniziativa aveva deciso di effettuare il test temendo appunto di aver avuto contatti con persone già positive - scrive l'azienda -. La Direzione aziendale ha immediatamente disposto che tutti gli ambienti frequentati dal dipendente siano sanificati ed igienizzati ed ha accelerato la procedura, che già era stata avviata, affinché tutti i dipendenti possano usufruire di test sierologici.

Per quei lavoratori che hanno avuto contatti diretti con il dipendente risultato positivo è stato invece disposto, di concerto con le autorità sanitarie, lo svolgimento del test tramite tampone. Nella consapevolezza che il servizio erogato da RAP è da considerarsi un servizio essenziale - spiega il Presidente Norata - indispensabile per l’igiene urbana, abbiamo già attivato tutti i canali  istituzionali per le varie interlocuzioni e giungere a questo obiettivo celermente."

La Direzione aziendale chiarisce che il caso di Covid-19 riscontrato oggi non avrà alcun effetto sull'organizzazione dei servizi di raccolta e pulizia in città.

A Palermo è allarme anche nel call center Abramo, che questa mattina ha chiuso le porte della sede di viale Regione Siciliana per una sanificazione straordinaria dei locali a causa della positività di una donna al Coronavirus. Ansia tra gli operatori, anche perchè la lavoratrice fino a due giorni fa era regolarmente in servizio. Ieri l’esito del tampone e la conseguente chiusura degli uffici per l'intervento straordinario. La sede resterà chiusa fino a nuova comunicazione.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X