stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sono coniugi i dipendenti delle Poste di Palermo positivi al Coronavirus, nuovo caso a Trabia
VIA UGO LA MALFA

Sono coniugi i dipendenti delle Poste di Palermo positivi al Coronavirus, nuovo caso a Trabia

Sono coniugi i due dipendenti delle Poste di Palermo risultati positivi al Coronavirus. Lavorano in due settori diversi di via Ugo La Malfa: la donna, al centro smistamento della posta e il marito, al call center.

L’allarme era scattato nel pomeriggio di lunedì quando la donna avrebbe accusato malori e febbre e sottoposta al tampone, sarebbe risultata positiva al Coronavirus. L’Asp ha raccolto i nominativi di tutti i dipendenti che lavorano con la donna e adesso saranno sottoposti al tempone rino-faringeo.

Le condizioni di salute dei coniugi non sarebbero preoccupanti e si trovano in isolamento domiciliare. Ieri Poste Italiane, attraverso una nota, aveva fatto sapere che "in riferimento alla situazione del Centro di Smistamento di via Ufo la Malfa, a Palermo, Poste Italiane precisa di aver rispettato il protocollo sanitario vigente".

"L'Azienda - si legge sempre in una nota - dopo aver prontamente sanificato gli ambienti di lavoro a tutela del personale e della clientela, rassicura i cittadini sul regolare svolgimento del servizio di recapito nel territorio interessato. Per tutte le informazioni riguardanti le misure di contenimento del Covid è disponibile il sito www.poste.it".

E oggi c'è un nuovo caso di Covid-19 in provincia di Palermo, stavolta a Trabia. Ad avere contratto il virus è una turista straniera. A renderlo noto è il sindaco Leonardo Ortolano, in un video pubblicato su Facebook.

"È stato segnalato dall'Asp di Palermo un caso positivo nel territorio comnunale. Si tratta di una turista che adesso è in un'abitazione in isolamento con i familiari. Si tratta di stranieri che non hanno avuto contatti con altre persone". Ortolano da un lato chiarisce che "non c'è motivo di preoccupazione, perchè sono state attivate tutte le misure opportune".

"Il caso non deve destare preoccupazione - spiega - ma ci dice che ancora facciamo i conti con il virus. Vi chiedo di rispettare le regole e le ordinanze in vigore".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X