stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Donna incinta positiva al coronavirus ricoverata a Palermo: è in gravi condizioni
AL CERVELLO

Donna incinta positiva al coronavirus ricoverata a Palermo: è in gravi condizioni

Una donna incinta rientrata in Sicilia dall’Inghilterra è ricoverata da ieri sera in gravi condizioni in ospedale, dopo essere stata trovata positiva al Covid 19. La donna ha viaggiato in aereo da Londra a Palermo, con uno scalo a Roma. Ieri sera è stata ricoverata d’urgenza con i sintomi del virus all’ospedale Cervello di Palermo.

Secondo quanto si apprende, la donna aveva avuto il via libera per tornare in Sicilia da Londra ma una volta giunta a Palermo si è sentita male ed è stata ricoverata d’urgenza in ospedale dove si è scoperto che era positiva al Covid.  La protagonista della vicenda è una 34 enne originaria del Bangladesh, ma residente da tempo nel capoluogo siciliano, che ha seguito tutta la trafila per fare rientro a casa.

Si è registrata nel sito della Regione siciliana previsto per i rimpatri e tre giorni fa ha finalmente acquistato il biglietto aereo per un volo da Londra a Palermo con scalo a Roma. E’ stata controllata più volte nei tre aeroporti con i termoscanner, sia
al momento dell’imbarco che all’arrivo; le sue condizioni di salute erano buone e non destavano particolari preoccupazioni.
Fino a ieri sera, quando la situazione è precipitata. La donna, con febbre molto alta, è stata trasportata dai sanitari del 118
all’ospedale Cervello di Palermo.

Qui, secondo una prima ricostruzione, sarebbe stata portata nel reparto di Ostetricia prima di essere trasferita in Rianimazione, dove si trovano i pazienti positivi al Covid.  I medici della struttura mantengono il massimo riserbo sulla paziente; le sue condizioni sono definite serie e la gestante, che è al settimo mese di gravidanza, viene costantemente monitorata. Se le circostanze dovessero richiederlo, non si esclude di eseguire il parto cesareo per salvare il bambino.  Personale dell’Asp e della Protezione Civile regionale sono impegnati anche su un altro fronte: rintracciare tutte le persone che sono venute in contatto con la donna per eseguire i tamponi.

Ad esempio i passeggeri che hanno viaggiato sui due aerei lungo la rotta Londra-Roma-Palermo, di cui si sta cercando di recuperare l’elenco. I primi controlli sono già stati eseguiti sui familiari della donna, a cominciare dal marito che sta seguendo con apprensione la situazione. Nei reparti di Ostetricia e al pronto soccorso dell’ospedale «Cervello» oggi è stata eseguita anche una sanificazione straordinaria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X