stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca A Bagheria 2 fratellini contagiati dal coronavirus, il sindaco: "Nove casi, state a casa"
VIDEO

A Bagheria 2 fratellini contagiati dal coronavirus, il sindaco: "Nove casi, state a casa"

Sono nove le persone di Bagheria positive al Coronavirus. Uno di questi è il fratellino di 3 mesi del piccolo di 18 mesi ricoverato all'ospedale Di Cristina ecomunicato lo scorso 22 marzo. Il neonato non ha particolari difficoltà e pare che tutto stia andando per il meglio.

"Suo fratello, il bambino di 18 mesi, sta bene, mi sento quotidianamente con i genitori e mi informo costantemente sullo stato di salute dei nostri concittadini", ha detto il sindaco Filippo Maria Tripoli.

"Siamo convinti che sono riconducibili ad un unico focolaio - ha affermato -. Stiamo effettuando tutti i controlli del caso. Tra le persone positive c'è anche un cittadino bagherese che lavora presso l'Rsa di Villafrati - ha poi reso noto -. E voglio precisare che l'uomo non è riconducibile a nessuno dei proprietari di esercizi commerciali di via Papa Giovanni e di negozi che si trovano vicino allo stadio. Pertanto, i messaggi che girano in queste ore su Whatsapp sono fake. Abbiamo effettuato 4 tamponi a persone di Bagheria che lavorano presso l'Rsa di Villafrati e solo uno è risultato positivo mentre tre sono negativi".

"Il paziente 1 sta meglio - ha poi comunicato -, i bambini stanno bene anche se si trovano in ospedale e due dei nuovi casi sono ricoverati a Partinico".

"Vogliamo che i tamponi vengano effettuati qui, a Bagheria, per accorciare i tempi - ha poi detto -. Con la collaborazione dell'Asp e i volontari potremmo effettuare i tamponi in casa anzichè aspettare che qualcuno venga da Palermo. Non possiamo perderci in pastoie burocratiche".

"Oltre 200 persone si sono autodenunciate per essere giunte dal Nord e sono in quarantena", ha poi affermato. "Cerchiamo di rimanere a casa, chi ha necessità di uscire lo certifichi e faremo i controlli".

"Il numero dei positivi nel distretto 39 è in continuo aumento e la tempestività dell'esecuzione dei tamponi ai contatti stretti o ai soggetti sintomatici è fondamentale per una precoce individuazione dei positivi per favorire la diminuzione della diffusione della virus, si ritene dunque opportuno poter effettuare i tamponi a livello distrettuale",  si legge poi nella nota.

"Prima effettuiamo i tamponi meglio è, vogliamo effettuare i tamponi a Bagheria. Abbiamo già trovato dei locali, con la collaborazione dell'Asp e dei medici di base, si possono effettuare i tamponi in autonomia per accorciare i tempi, tutelando tutti", ha ribadito il sindaco.

"A brevissimo - ha aggiunto - attiveremo una task force formata da volontari, medici di medicina generale, e se la direzione dell'ASP ci autorizza ad effettuare i tamponi abbatteremo i tempi di tanto - aggiunge il sindaco - «con questa task force noi ci stiamo già preparando.». La task force si riunirà on line in una video call, per organizzarsi nelle prossime ore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X