stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Paura negli ospedali palermitani, 3 aggressioni in 2 giorni: feriti medico e infermiere
DANNEGGIATE 2 PORTE

Paura negli ospedali palermitani, 3 aggressioni in 2 giorni: feriti medico e infermiere

di

Terza aggressione negli ultimi due giorni negli ospedali palermitani. La scorsa notte momenti di paura si sono registrati al pronto soccorso dell'ospedale Ingrassia. A denunciare l'ennesimo caso il sindacato dei medici Cimo.

Nella notte, un uomo è deceduto nell'area di emergenza del nosocomio per arresto cardiocircolatorio e alcuni familiari giunti sul posto hanno danneggiato la porta della sala rossa e quella di separazione tra la sala verde e il corridoio, tentando di aggredire anche i medici. A riportare la calma polizia e carabinieri. Questi ultimi, dopo aver ricostruito quanto accaduto hanno denunciato il cognato dell'uomo morto: sarebbe stato lui a danneggiare le porte.

Sempre al pronto soccorso dell'Ingrassia me nella giornata di ieri, una dottoressa e un infermiere erano stati aggrediti dai parenti di un ragazzo che ritenevano non adeguate le cure praticate al congiunto. Il medico ha riportato ecchimosi e contusioni mentre l'infermiere un trauma lombo sacrale. Indagini sono in corso da parte della polizia che ha identificato i parenti del ragazzo. L'episodio è stato denunciato dai due sanitari.

E poche ore prima, in un'altro ospedale palermitano, al Civico, un uomo che aveva accompagnato un parente al pronto soccorso aveva danneggiato la porta a vetri del pronto soccorso, creando panico tra i presenti.

Una situazione, quella che vivono gli operatori sanitari siciliani, non più sostenibile come ha più volte ribadito il sindacato che chiede l'identificazione obbligatoria di tutte le persone che accedono nei Pronto soccorso, compresi gli accompagnatori.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X