LA STORIA

Mafia, l'ex boss di Cerda è libero: su Facebook le parole d’amore ai tre figli

Adesso è libero Pino Rizzo, ex capomafia di Cerda e luogotenente di Nino Giuffrè. E da uomo libero ha aperto anche un profilo Facebook.

Oggi, come racconta Giuseppe Spallino sul Giornale di Sicilia in edicola, ha 51 anni, 17 dei quali trascorsi in carcere dopo una condanna per associazione mafiosa, e vive con una donna a Campofelice di Roccella. Su Facebook compare la sua dichiarazione d’amore per i 3 figli: «Papà lo sono per tre volte. Vi amo più della mia stessa vita». Figli che avevano cercato più volte di convincerlo ad ammettere le sue colpe e a collaborare con la giustizia come la loro madre Carmela Iuculano.

"L'ho fatto soprattutto per i miei figli: con il mio arresto credevo che mio marito si sarebbe deciso a collaborare sapendo che io non c'entravo proprio, ed invece no. Allora ho avuto paura di perderli e ho fatto questa scelta per il loro bene", disse la donna dopo la decisione di collaborare nel 2004 . Era stata arrestata il 3 maggio per concorso in associazione mafiosa e messa ai domiciliari perchè madre di tre bimbi, il più piccolo aveva 3 anni: le sue accuse portarono al'arresto anche del marito del suocero e del fratello.

I mafiosi furono processati a Firenze e in un'udienza la donna raccontò: "Fin da prima dell'arresto di mio marito io gli dicevo di andarsene dal giro ma lui mi rispondeva sempre che non lo poteva fare perchè sarebbe stato ammazzato. Una volta anche mia figlia glielo disse: 'Papà, vedi che la mamma ti ricorda e bene'; ma mio marito gli rispose: 'Ma papà è nato per fare questo'".

Un lungo articolo sul Giornale di Sicilia in edicola.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X