LE INDAGINI

Palermo, lo strano furto nel cantiere del porto di Sant’Erasmo

Al cantiere nel porticciolo di Sant’Erasmo a Palermo stanno per chiudersi i lavori di riqualificazione, ma ecco un raid dai contorni inquietanti. Qualcuno, come scrive Leopoldo Gargano sul Giornale di Sicilia in edicola, si è intrufolato nell’area dove è all’opera l'associazione temporanea d'impresa con capogruppo «Ingegneria Costruzioni Colombrita» e ha rubato cavi elettrici ed altro materiale edile.

I responsabili del cantiere hanno presentato denuncia e adesso ci sono indagini in corso. Ma c’è da capire se si tratti di un normale furto o se l'irruzione sia un avvertimento del racket in un territorio ad altissima densità mafiosa, controllato dalla cosca di corso dei Mille e dunque del mandamento di Brancaccio.

Non a caso, proprio a due passi dal porticciolo e dunque dal mare, si trovava uno dei distributori di benzina gestito dai fratelli Graviano, poi sequestrato e confiscato.

Palermo avrà una nuova "passeggiata" sul lungomare di Sant'Erasmo

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X