stampa
Dimensione testo
BELLOLAMPO

Rifiuti a Palermo, altri roghi rallentano la raccolta: "Ma lunedì stop emergenza"

di
incendi, rap, rifiuti, Palermo, Cronaca
Una pala in azione in viale Regione Siciliana altezza dell'ospedale Cervello

Fuoco nemico, anche quando di mezzo ci sono i rifiuti. Le fiamme bruciano i cassonetti la notte a Palermo, le fiamme impediscono ai camion il conferimento nella discarica.

Un altro incendio nella zona di Bellolampo oggi ha ostacolato le operazioni della Rap che sta smaltendo il grosso carico di rifiuti che in questi primi giorni di luglio hanno invaso la città.

“Nonostante gli sforzi messi in campo per recuperare il surplus di rifiuti rimasto in alcune vie della città – dichiara l’amministratore Unico di Rap Giuseppe Norata -, un ulteriore incendio, questa volta occorso nella strada provinciale che porta alla discarica di Bellolampo, ha bloccato i mezzi della raccolta, rallentando le attività di recupero e svilendo le azioni di programmazione decise nei giorni scorsi volte ad un veloce recupero della situazione di emergenza. In ogni caso stiamo lavorando per contenere quanto più possibile il disagio, mettendo in campo uomini e mezzi anche di altre aree aziendali”.

La Rap intanto fa sapere in quali strade, a partire dal turno notturno, è intervenuta per le operazioni di raccolta e pulizia: viale Regione Siciliana, bretella Laterale, altezza parco dei Principi e Ospedale Cervello, altezza via Belgio , Oliveri Mandalà, via Mongitore, via Grasso,  via Paolini, via Luparello, via Li Puma, via Achille Grande, Corso dei Mille, via XXVII Maggio, via Troina, Nissa, Entella, Airone, Via Orsa Minore, via Sebastiano la Franca, via Paolo Emiliano Giudici, via Giraffa, via del Bassotto, via Papa Giovanni, via del Segugio, via Latteri angolo indovina, via Uditore.

"Da definire via Di Vittorio  e tre postazioni di via Altofonte Alta e un tratto di via del Sagittario - si legge in una nota -. In itinere viale Michelangelo direzione viale Lazio a seguire via Evangelista di Blasi".

Gli interventi di rimozione andranno avanti con tutti i mezzi a disposizione, fra cui  cinque pale. "Se non si verificano nuovi incendi e nuovi fatti che danneggiano l'operato dell'azienda gli interventi straordinari potrebbero concludersi entro lunedì della prossima settimana", assicura la Rap.

Ecco le strade verranno effettuati i prossimi interventi: via Annibale di Francia, zona Pianell, via Brasca, via Maurizio Ascari, via del Levriere , via del Visone, via Fasci Siciliani, via Guido Rossa e via dell’Antilope.

Ricco il bottino delle discariche: dall’8 luglio sono stati ritirati 1.426 pezzi. La via con più rifiuti ingombranti abbandonati illecitamente su strada è stata la via Aragona con 360 pezzi di mobilio rimossi. Gli altri interventi realizzati nelle seguenti strade: fondo la Manna (61), via Pico della Mirandola (48), cortile Gancia (2), via Napoli (12), piazzetta della Messinese (1), via Spinuzza (2), via dei Tintori (4), via Torino (8), via Tesauro (9), via del Noviziato (1), cortile Ecce Homo (3), piazza Casa Professa (59), via Pietro d’Aragona (360), via Padre Massimiliano Kolbe (115), via E. Li Gotti (52), via Spina Santa (7), via Pola (17), via Livorno (21), via Divisi (7), piazza S. Cosmo (227), piazza Marina (8), piazza Monte di Pietà (2), via G. Rovella (27), via G. Pianel (3), villa Bennici (2), via G. Ambrosoli (21), via Parrocchia dei Tartari (47), via Torino (3), vicolo Tortorici (27), via Papireto (43), via G. il Buono (7), via Serradifalco (32), vicolo Travicelli (1), via G. di Cristina (112), piazza Beati Paoli (1), piazza Napoleone Colaianni (130).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X