stampa
Dimensione testo
L'INCHIESTA

La truffa dei finti malati di talassemia a Palermo: salgono a 100 gli indagati

di
finti malati, inps, sequestro, talassemia, truffa, Andrea Scalia, Angelo Giuliano, Anna Alfano, Anna Vinci, Antonina Accetta, Antonino Terranova, Carlo Ventimiglia, Claudio Demma, Emanuele Cefalù, Faro Leone, Francesca Pace, Francesco Pace, Francesco Rinaudo, Gaetano Corrao, Giovanni Di Blasi, Giovanni Ingrassia, giovanni randazzo, Girolamo Pitti, Giuseppe Cucchiara, Giuseppe Lucchese, Giuseppe Randazzo, Luigi Di Gregorio, Margherita Di Piazza, Maria Lauretana Varisco, Maria Palazzolo, Mario Di Vita, Maurizio Tannurella, Ninfa Di Gregorio, Paolina Stagno, Pietro Di Mariano, Provvidenza Virzi., Rosalia Di Dio, Salvatore Favazza, Salvatore Savoca, Saverio Todaro, Settimo Mancino, Vincenzo Di Fede, Vincenzo Pilo, Vito Gallina, Palermo, Cronaca
Inps

Salgono a cento i falsi malati di talassemia a Palermo. Una truffa che avrebbe generato un profitto illecito che supera il milione di euro. Si allarga, dunque, l'inchiesta che nei giorni scorsi aveva coinvolto 54 persone, accusate di aver truffato l'Inps. 

A rendere noto il numero esatto degli indagati è lo stesso istituto di previdenza che ringrazia le fiamme gialle palermitane "per la brillante operazione investigativa".

L'indagine è nata da un'attività ispettiva dell'Istituto di previdenza dopo la  segnalazione di anomalie da parte dei medici Inps di Palermo e la successiva denuncia alle autorità competenti presentata dalla direzione provinciale nel 2015.

"I risultati ottenuti dimostrano l'efficacia dei consolidati rapporti di collaborazione tra i diversi attori istituzionali interessati - si legge in una nota dell'Inps - Sono state da subito attivate le azioni disciplinari nei confronti dei dipendenti dell'Istituto coinvolti nella truffa. A seguito dei fatti emersi - prosegue il comunicato - l'Istituto ha modificato da tempo le procedure di accoglimento delle richieste di indennità che ora prevedono, su tutto il territorio nazionale, la verifica preventiva della certificazione medica da parte del coordinamento medico legale dell'Inps. L'Istituto ribadisce l'impegno delle sue strutture centrali e territoriali nel contrasto all'indebita ed illecita fruizione di contributi e sussidi pubblici".

In 39 sono stati colpiti da un provvedimento di sequestro firmato dal gip. Si tratta di Antonina Accetta, Anna Alfano, Emanuele Cefalù, Gaetano Corrao, Giuseppe Cucchiara, Claudio Demma, Giovanni Di Blasi, Rosalia Di Dio, Vincenzo Di Fede, Luigi Di Gregorio, Ninfa Di Gregorio, Pietro Di Mariano, Margherita Di Piazza, Mario Di Vita, Salvatore Favazza, Vito Gallina, Angelo Giuliano, Giovanni Ingrassia, Faro Leone, Giuseppe Lucchese, Settimo Mancino, Francesca Pace, Francesco Pace, Maria Palazzolo, Vincenzo Pilo, Girolamo Pitti, Giovanni Randazzo, Giuseppe Randazzo, Francesco Rinaudo, Salvatore Savoca, Andrea Scalia, Paolina Stagno, Maurizio Tannurella, Antonino Terranova, Saverio Todaro, Maria Lauretana Varisco, Carlo Ventimiglia, Anna Vinci, Provvidenza Virzi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X