stampa
Dimensione testo
LA LETTERA

Il Comune di Mezzojuso invita Mattarella, le sorelle Napoli: "Ne siamo liete"

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è stato invitato a visitare Mezzojuso, al centro di polemiche per la vicenda delle tre sorelle Napoli vittime di intimidazioni di stampo mafioso. A lanciare l'invito, il consiglio comunale e gli amministratori, con in testa il sindaco Salvatore Giardina.

"I cittadini - è scritto nella lettera - stanchi di subire attacchi mediatici ad opera della trasmissione 'Non è l'Arena' e del suo conduttore Massimo Giletti, hanno deciso di rivolgerle un accorato appello affinché Ella, con la sua altissima qualità morale, prima ancora che garante della Costituzione, possa volgere la sua preziosa attenzione verso la nostra Comunità".

"Abbiamo espresso - si legge ancora - con atti amministrativi solidarietà alle sorelle Napoli ma non siamo disponibili a stare al gioco di una trasmissione che distorce i fatti. Non siamo mafiosi, omertosi, insensibili. Ci rivolgiamo alla più alta carica dello Stato per un’opera di giustizia mediatica, la pacificazione tra la gente di Mezzojuso e il resto d’Italia".

"Apprendiamo con piacere che l'amministrazione Comunale di Mezzojuso ha formulato un invito al Presidente della Repubblica affinché visiti il nostro paese. Ne siamo liete, perchè siamo sicure che con questo gesto la Giunta tutta esprimerà con chiare e forti parole la sua solidarietà, dinanzi al Presidente, a noi e alle altre vittime di estorsione, e la sua condanna netta verso questi episodi. Accetteremo volentieri, quindi, l’invito che, in tal senso ci verrà inoltrato". Lo dicono in una nota le sorelle Irene Ina e Marianna Napoli, che denunciano da anni intimidazioni mafiose.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X