IL PROGETTO

Palermo, a Brancaccio una piazza dedicata al Beato Pino Puglisi e a Papa Francesco

piazza pino puglisi a Palermo, Papa Francesco, Pino Puglisi, Palermo, Cronaca
Padre Pino Puglisi

Il Centro Padre Nostro di Brancaccio, a Palermo, intende realizzare una piazza dedicata al Beato Pino Puglisi e a Papa Francesco, e stamane ha illustrato il progetto esecutivo - i cui costi sono stati sostenuti dallo stesso Centro e dalla Fondazione Giovanni Paolo II di Fiesole - nel corso di un’iniziativa alla quale ha partecipato anche il sindaco Leoluca Orlando, il fratello di Don Puglisi, Franco; il parroco Maurizio Francoforte, il presidente del Centro Padre Nostro, Maurizio Artale, il presidente di Circoscrizione Mario Greco e i consiglieri comunali Francesco Bertolino e Sandro Terrani.

L’idea è quella di riqualificare il contesto urbano del quartiere. Il progetto è già stato depositato presso gli uffici competenti del Comune per i pareri necessari. L’opera sorgerà nei terreni tra via Brancaccio e via Francesca Paola Pennino e sarà costituita da uno spazio di circa 15 mila metri quadrati.

La piazza si caratterizza per la presenza di un corso d’acqua, una cavea e un piccolo padiglione. «Agorà - ha detto Orlando - è un grande spazio pubblico ma allo stesso tempo un accesso alla nuova chiesa del quartiere e si accosta al progetto in via di definizione per la realizzazione di un asilo nido».

«Per noi del Centro- ha detto Artale - questa piazza, più di ogni altra cosa, deve incarnare la presenza sul territorio e il senso dello Stato e di tutte le istituzioni che lo compongono. Ma la piazza è, soprattutto, uno spazio che deve avere la capacità di rappresentarci, ricordando a tutti che esiste qualcosa che è più della somma delle parti, quel bene comune, per cui ha un senso lo stare insieme».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X