stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Maturità, tutte le commissioni per le scuole di Palermo e provincia
SCUOLA

Maturità, tutte le commissioni per le scuole di Palermo e provincia

di

Pubblichiamo i nomi dei commissari esterni a Palermo in vista della Maturità 2018: ecco la composizione di tutte le commissioni.

Fra Palermo e le scuole della provincia sono 11 mila gli studenti che quest'anno saranno impegnati con gli esami di maturità. Nell'elenco che pubblichiamo sono presenti i nominativi di tutti i 300 presidenti delle commissioni e dei novecento docenti che hanno avuto l'incarico di membro esterno.

Intanto Skuola.net, uno dei più rappresentativi siti sul mondo della scuola, ha intervistato circa 7.500 maturandi di tutta Italia, chiedendo loro cosa si aspettano da questi nomi e dalla formazione delle commissioni esaminatrici.

Oltre l'80% degli studenti sostiene che inizierà a scandagliare fonti personali e risorse web per cercare di capire il più possibile chi sono quegli sconosciuti: il 62% se ne occuperà in prima persona, il 21% si farà informare dai compagni di classe. Appena il 17% dichiara che non farà nulla.

Tra le notizie fondamentali da sapere sul conto dei commissari esterni, al primo posto ci sono, senza alcun dubbio, eventuali stranezze e fissazioni (30%). Molto ambite pure le domande più frequenti che fanno alle interrogazioni (25%). Segue il livello di severità con cui assegnano i voti (15%). Interessa meno la personalità (14%).

Il canale preferito per avere questi dati restano i propri docenti (31%), ma anche la pista 'tech' è molto battuta, con due scuole di pensiero a confronto: il 26% si affiderà a un social network, il 20% ai siti internet specializzati per studenti. Solamente il 6% resta legato agli stratagemmi del passato e andrà direttamente nella scuola dove insegnano i prof esterni.

E se fino allo scorso anno la piattaforma maggiormente consultata (quasi l'unica) era Facebook, oggi si fa largo un nuovo protagonista: Instagram. È un vero boom quello registrato dall'attuale re dei social: se nel 2017 lo usava come strumento d'indagine un misero 2%, ora lo adotterà ben il 14%.

Resiste il primato di Fb (verrà utilizzato dal 68% dei maturandi che sceglieranno la modalità di ricerca 'social') ma con un evidentissimo calo (dodici mesi fa erano addirittura l'84%).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X