stampa
Dimensione testo
CARABINIERI

Incendio in via Albanese a Palermo, arrestato il nipote della proprietaria di casa

PALERMO. I carabinieri hanno arrestato un uomo, nipote della proprietaria dell'appartamento dove ieri è divampato un incendio in via Enrico Albanese a Palermo, accusato di aver provocato il rogo.

La donna, Maria Grazia Ambrosini, è rimasta intossicata. In un primo momento gli investigatori avevano ipotizzato un incidente domestico, poi in base alle indagini i militari della compagnia di San Lorenzo hanno accertato che le fiamme sarebbero state appiccate dal nipote della donna.

Sono stati diversi testimoni a raccontare ai carabinieri quanto sarebbe accaduto nell'appartamento al sesto piano in via Enrico Albanese.

Hanno sentito la lite tra il nipote, Alessandro Ambrosini, 52 anni, e la zia. Poi hanno visto le fiamme e sentito l'esplosione dell'abitazione. L'uomo, che era insegnante, adesso disoccupato è accusato di incendio doloso. È stato sentito per tutta la notte dai militari. Non ha detto nulla. La zia è ancora in stato choc. Sono in corso indagini per accertare il movente della lite e dell'incendio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X