stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Strage sulle strade di Palermo e provincia: nel 2016 le vittime sono 33
SANGUE SULLE STRADE

Strage sulle strade di Palermo e provincia: nel 2016 le vittime sono 33

di

PALERMO. Rosalia Militello è la vittima numero 33 delle strade palermitano in questo 2016. Se fino ad aprile nel capoluogo siciliano non c'era stata nessuna vittima, gli ultimi sei mesi sono stati un vera e propria "mattanza" sulle strade: pedoni, giovani, anziani, motociclisti ed automobilisti, nessuno si è salvato da questa ecatombe sulle strade.  Nel capoluogo, in questo 2016, sono cresciuti i sinistri, e non solo quelli mortali. Due o quattro ruote, fa poca differenza. Da gennaio a dicembre 2015, le statistiche della polizia municipale  parlano di diciassette vittime in totale.

Meno, molti meno, del 2016, dove solo a Palermo sono stati 24. Con riferimento alle moto, dall'inizio dell'anno in città si sono registrati più di 1000 incidenti, mentre nel 2015 erano stati «solo» 443. Le periferie le zone più colpite:  le strade vicino Tommaso Natale e lo Zen, quelle vicino lo Sperone e Brancaccio, anche a Mondello.

Ma si muore anche in centro: Alessandra Nasta, il pr morto il 20 maggio, si è schiantato in via Paolo Bonanno,  Su viale Regione Siciliana  in base alle statistiche della polizia municipale, dopo l’installazione delle postazioni fisse contro l’alta velocità le vittime sono passate da nove a una, Francesco Barone, 21 anni, di Bagheria, deceduto a giugno. Una delle venti vittime era un minorenne, Michele Pizzuto, 13 anni. Il ragazzo era stato travolto da un’auto proprio davanti casa sua in via Gibilrossa 46.

L'ultima tragedia prima di Rosalia Militello era stata quella di uomo di 41 anni Mauro Di Benedetto, un palermitano residente a Villabate, che ha perso la vita nello scontro tra il suo ciclomotore e un’automobile.

L’incidente di Di Benedetto è avvenuto intorno alle 4. Secondo quanto ricostruito dall’infortunistica della polizia municipale, che per lunghe ore ha lavorato per i rilievi utili per le indagini, la vittima era alla guida del suo lavoro e stava rientrando a casa dal lavoro.

Di Benedetto era un’inserviente dell’ospedale Policlinico, lavorava nel reparto di Geriatria: il ciclomotore dove stava viaggiando in via Pitrè, all’incrocio con viale Regione Siciliana (regolato da un semaforo), si è andato a schiantare contro una Volkswagen, guidata da un uomo.

Il quarantunenne è caduto rovinosamente sull’asfalto, riportando un tremendo trauma cranico e varie ferite in tutto il corpo. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 che hanno trasportato a bordo di un’ambulanza l'uomo al Civico. Per lui però non c’è stato nulla da fare, ed è deceduto in ospedale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X