stampa
Dimensione testo
IL CASO

Palermo dice no allo show di Capodanno di D'Alessio e scoppia la polemica

capodanno palermo, concerto capodanno, Gigi D'Alessio, Simona Vicari, Palermo, Cronaca
Fonte Ansa

PALERMO. Per il sottosegretario alle Infrastrutture Simona Vicari "è pretestuosa" la scelta del Comune di Palermo, che avrebbe detto no a Mediaset che aveva pensato alla città e al prato del Foro Italico come location "ideale" da utilizzare per il format "Gigi D'Alessio&Friends", la trasmissione televisiva che da due anni va in onda su Canale 5 la notte di Capodanno.

Si tratta di una scelta di metodo, spiega l'amministrazione: privilegiare cioè la formula dell'avviso pubblico, rispetto all'affidamento diretto, per la tradizionale festa di fine anno.

"Il Comune di Palermo non ha detto di no a D'Alessio - dice Vicari - ma ha detto di no a uno degli appuntamenti mediatici più importanti della stagione televisiva capace di fare milioni di telespettatori e non solo in Italia. Come è successo a Bari e a Napoli il concerto di D'Alessio è stato un importante occasione di promozione del territorio. Una vetrina a cui Palermo dice no come hanno detto di no all'impatto economico. Basti pensare che a Napoli e a Bari si è registrato il pienone per i ristoranti".

"Un'occasione importante e un no pretestuoso perché viene negato a d'Alessio e Mediaset quello che è stato concesso a Beppe Grillo" aggiunge riferendosi alla kermesse Italia 5 stelle che a settembre si è tenuta a Palermo nella medesima location, individuata dal colosso televisivo della famiglia Berlusconi per il concerto di Capodanno 2016. Per Vicari è "segno di una mancata visione e di un'arroganza di un ceto politico e burocratico che ha perso ogni relazione con la gente".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X