TRAFFICO

Nuovo ricorso al Tar contro la Ztl: raccolte 400 firme a Palermo

PALERMO. Sono 400 le firme raccolte per la presentazione del nuovo ricorso al Tar di Palermo per chiedere l'annullamento del provvedimento che istituisce la Ztl a Palermo, al via dal 10 ottobre.

A sottoscrivere il ricorso, curato dal tributarista Alessandro Dagnino e dal collega Giovanni Scimone, che dovrebbe essere depositato la prossima settimana, oltre a cittadini, commercianti e artigiani, anche Confindustria, Confartigianato e Cobas. Tra le motivazioni, addotte dai ricorrenti, alla base del ricorso c'è il mancato aggiornamento del Piano urbano generale del traffico (PGTU), che il consiglio comunale ha approvato nel 2013 e la mancanza di mezzi pubblici alternativi alle auto privata che consentano l'accesso nel perimetro "off limits" alle auto, che da via Lincoln a via Cavour e da Porta Nuova a Porta Felice.

"Lunedì - dice la consigliera comunale del Pd Nadia Spallitta, che ha promosso il ricorso al Tar - insieme agli avvocati che hanno curato il ricorso anticiperemo i contenuti. Tra le motivazioni l'assenza di mezzi pubblici alternativi e l'applicazione di tariffe irragionevoli e indifferenziate d'accesso che non raggiungono lo scopo di abbattere l'inquinamento, ma rappresentano solo un modo per fare cassa".

"Non sono contraria alle Ztl, a Palermo vanno fatte - aggiunge - ma dopo aver attivato servizi necessari a garantire la mobilità. Quelli attivati finora sono insufficienti, prova ne sia che il centro storico è deserto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X