stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Tutti in piazza, la movida palermitana si ferma per ricordare Alessandro Nasta
LA TRAGEDIA

Tutti in piazza, la movida palermitana si ferma per ricordare Alessandro Nasta

di
Sono tantissimi i messaggi in rete che amici, conoscenti e gente comune hanno voluto dedicare a uno degli organizzatori di eventi più amato della città

PALERMO. La movida palermitana vuole ricordare uno dei suoi migliori organizzatori, Alessandro Nasta. La notizia della sua morte, a causa di un incidente stradale, ha fatto questa mattina in breve tempo il giro dei social network. Si sperava che potesse trattarsi di una bufala e con questa idea in molti si sono recati in via Pietro Bonanno. Ma non è stato così e a coloro che sono andati di persona a verificare non è rimasto altro che confermare sui vari post di facebook che a bordo dell’auto, identificabile anche attraverso alcuni adesivi, c’era proprio lui, Alessandro.

Questa sera tra i locali di Palermo non sarà, non potrà mai essere la stessa cosa e sono in tanti che vorrebbero addirittura fermare la “Movida”, ovvero riunirsi tutti insieme in piazza, forse piazza Unità d’Italia, e ricordare Alessandro anche con una preghiera.

“Addio Alessandro, anima delle notti palermitane, difficile non vederti ridere”. “Ci manchi già tantissimo Alessandro Nasta. Mancherai ai tuoi amici più stretti, a chi ti conosceva perché “organizzavi le feste giuste”. Sono soltanto due dei tantissimi messaggi in rete che amici, conoscenti e gente comune hanno voluto dedicare a un uomo che tanto ha fatto per animare le serate dei palermitani.

Quando c’era lui ad organizzare, il divertimento e le risate erano assicurate, era diventato una garanzia non solo per i più giovani, ma soprattutto per chi lo conosceva da anni e si affidava alle sue scelte per vivere gli eventi più interessanti della città. Si è spenta certamente una luce importante per Palermo, un tragico destino beffardo ha voluto che tutto finisse così e da oggi, Alessandro sarà una stella che illuminerà Palermo dall’alto. Chiunque lo ha conosciuto sicuramente potrà vederlo semplicemente alzando anche per un attimo gli occhi al cielo.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X