stampa
Dimensione testo
PALERMO

Un'altra grana per l'ex fonderia Basile, conto da 417mila euro alla missione di Biagio

di
Le somme sono legate ai canoni e all'occupazione abusiva dei locali. Il curatore fallimentare ha posto un termine di 10 giorni

PALERMO. Nel giorno in cui la missione di Biagio Conte taglia il traguardo (parziale) dei 164 mila euro raccolti per acquistare i capannoni dell'ex fonderia Basile, arriva una bomba a molti zeri che esplode sulle speranze di centinaia di poveri. È l' atto di diffida e di messa in mora inviata dalla curatela fallimentare della fonderia, a mezzo raccomandata, alla struttura di via Archirafi.

Si invitala missione «a voler provvedere al pagamento di tutte le somme da voi dovute a titolo di mancato pagamento dei canoni di locazione ammontanti a 164 mila euro e relative all'immobile a voi concesso in via Antonio Ugo 131 e di tutte le somme da voi ancora dovute per la vostra occupazione illegittima dell' immobile predetto e ammontanti a 253.381 euro».

Totale 417.381 euro, che, scrive il curatore avvocato Mario Bonello, dovrà essere corrisposto entro dieci giorni, altrimenti «sarò costretto, mio malgrado, a riferire al giudice delegato del fallimento per tutte le determinazioni che si terranno opportune nell'interesse della massa dei creditori».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X