stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Friggitoria ambulante, coniugi arrestati per furto di energia elettrica
PALERMO

Friggitoria ambulante, coniugi arrestati per furto di energia elettrica

PALERMO. Continua l’azione di contrasto dei Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo contro i furti di energia elettrica, nelle  abitazioni private e attività commerciali con quattro arresti a Palermo.

Una coppia di coniugi di Ciaculli che lavorava in una friggitoria ambulante è stata arrestata per furto di un’ingente quantitativo di energia elettrica. Antonino Nicolicchia, di 42 anni, e Nuncia Caccamo, di 40 anni avevano realizzato un’attività commerciale, ricavata all’interno di un cassone per camion con attiguo gazebo adibito ad area ristoro, in via Ciaculli angolo via Vincenzo La Barbera.

I Carabinieri e il personale dell’Enel  durante gli accertamenti hanno scoperto la presenza di un allaccio abusivo mediante i cavi che fuoriuscivano attraverso un foro praticato nella parte posteriore della cassetta dell’Enel in via Vincenzo La barbera. Seguendo la traccia nel manto stradale, ricoperta in cemento, l’allaccio abusivo portava quindi alla panineria.

I due coniugi frodavano energia elettrica al gestore pubblico per alimentare le luci e diverse apparecchiature elettriche come una  piastra elettrica, una friggitrice, un banco frigo e l’illuminazione interna ed esterna, un frigorifero acceso e un condizionatore. I due dopo l’arresto e i processi con rito direttissimo sono stati rimessi in libertà.

Altri interventi dei carabinieri in via Tiro: Fabio Algeri, 29 anni, era agli arresti domiciliari per estorsione. I militari, dopo un attento controllo della sua abitazione, hanno verificato la presenza di un allaccio abusivo che alimentava gli elettrodomestici. Il valore complessivo del furto è stimabile in circa 7000 chilowatt ora annui, pari a circa 1400 euro annui. Per Algeri c’è stata la convalida degli arresti domiciliari.

Anche Daniele Giaconia, di 28 anni, era agli arresti domiciliari. I Carabinieri sono andati per controllare se l’uomo si trovasse nella sua abitazione in via Gaetano la Loggia. I militari hanno scoperto il danneggiando il contatore-misurazione, che era stato manomesso illecitamente, per il furto di energia elettrica per alimentare la sua abitazione. Anche per Giaconia c’è stata la convalida degli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X