stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Discarica circondata da asfalto, Orlando minaccia licenziamenti
PALERMO

Discarica circondata da asfalto, Orlando minaccia licenziamenti

di
«C' è qualche finto stupido che finge di non capire che per simili comportamenti nella Rap ci si gioca il posto di lavoro». Di quali comportamenti parla il sindaco Orlando? Di quelli che vedono al centro di una nuova polemica una strada, via Monte Ercta, che porta a Montepellegrino

PALERMO. «C' è qualche finto stupido che finge di non capire che per simili comportamenti nella Rap ci si gioca il posto di lavoro». Di quali comportamenti parla il sindaco Orlando? Di quelli che vedono al centro di una nuova polemica una strada, via Monte Ercta, che porta a Montepellegrino.

Riasfaltata di recente, ma con un «ingombrante» problema da non sottovalutare: la discarica di materiale di risulta, materassi e divani, che la ricopre da almeno 3 anni, non è stata tolta né prima né dopo i lavori di sistemazione del bitume. Ma anzi, è stata aggirata, circoscritta e lasciata lì.

Dopo l' emergenza rifiuti e l' ultimatum del sindaco, sembrava che la bufera che aveva coinvolto la ex municipalizzata nelle ultime settimane, fosse arrivata ad una fase di «stand-by», soprattutto dopo i primi segnali positivi dell' azienda. Ma è bastato poco a riaccendere le polemiche.

Da un lato, la cittadinanza che denuncia con stupore un disservi zio del genere, dall' altro il primo cittadino che, assieme al Cda, spinge il presidente di Rap Sergio Marino a prendere provvedimenti nei confronti di «quei componenti della squadra che hanno eseguito il capolavoro», come è scritto in una nota del Comune.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X