stampa
Dimensione testo
PALERMO

La Gesap e l'inchiesta su Helg: ora è indagato anche l'ex dg Scelta

di
Secondo la Procura di Palermo, Carmelo Scelta ha collaborato attivamente con Roberto Helg, costringendo così Palazzolo a pagare centomila euro per non essere cacciato dall'aeroporto Falcone-Borsellino

PALERMO. Risponde per tre ore e mezza, negando di avere contribuito all'estorsione ai danni del pasticciere Santi Palazzolo: ma secondo la Procura di Palermo, Carmelo Scelta ha collaborato attivamente con Roberto Helg, costringendo così il titolare dell'avviatissimo spazio commerciale a pagare centomila euro per non essere cacciato dall'aeroporto Falcone-Borsellino.

Avviso di garanzia e interrogatorio per Scelta, ex direttore generale della Gesap, società di gestione dei servizi aeroportuali, di cui Helg era vicepresidente. Carica da lui tenuta fino a qualche giorno dopo l'arresto in flagranza, provocato dalla vittima, che aveva denunciato e consentito ai carabinieri di arrestare l'ex paladino dell' antimafia con 30 mila euro in contanti sulla scrivania e con un assegno da 70 mila in tasca. Anche Scelta aveva perso il posto per effetto della vicenda: le sue giustificazioni non avevano infatti convinto i vertici aziendali ed era stato licenziato. Ora il suo interrogatorio è stato fatto nell'ambito di uno stralcio dell'indagine su Helg (che è ai domiciliari), conclusa per la parte legata al pagamento della tangente e avviata verso il giudizio abbreviato, già previsto davanti al Gup Daniela Cardamone.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X