L'INCHIESTA

Pensioni di invalidità, presunto giro di mazzette a Palermo: anziani costretti a pagare

di
Sul sistema corruttivo indaga un pool coordinato da Leonardo Agueci. Le forze dell’ordine invitano le presunte vittime a denunciare e collaborare con loro
pensioni invalidità palermo, Leonardo Agueci, Palermo, Cronaca
Il procuratore aggiunto Leonardo Agueci

PALERMO. Il fascicolo ancora non è stato aperto, ma in Procura sarebbero giunte informazioni ritenute molto attendibili su un presunto giro di mazzette legato al rilascio delle certificazioni per ottenere poi il riconoscimento della pensione di invalidità.
Vittime sarebbero soprattutto persone anziane che medici in servizio in alcune strutture pubbliche avrebbero costretto a pagare una tangente in cambio dei preziosi documenti. La somma da versare sarebbe una percentuale sulla pensione stessa, una volta incassata, o anche su eventuali arretrati.
Un presunto sistema corruttivo sul quale il pool coordinato dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci - che si è occupato anche delle indagini che ieri hanno portato all'arresto del primario del reparto di Chirurgia plastica dell'ospedale Villa Sofia, Matteo Tutino - intende adesso fare chiarezza. Per questo, dal palazzo di giustizia, arriva anche l'invito a collaborare con i magistrati e le forze dell'ordine, ovvero l'appello alle vittime perché denuncino eventuali irregolarità ed episodi di corruzione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X