PALERMO

Crisi respiratoria dopo il parto, nulla da fare per una neonata

PALERMO. È morta la neonata venuta alla luce lo scorso 16 marzo al Buccheri La Ferla di Palermo e, che sarebbe andata in crisi respiratoria subito dopo il parto cesareo. I genitori, due ventenni palermitani, avevano sporto denuncia ai carabinieri. La piccola Clara, tenuta in vita da un respiratore artificiale in assenza di attività cerebrale. Durante il travaglio sarebbe stato tutto normale. I parametri vitali della piccola erano regolari, raccontano i genitori.
La bambina, durante la gravidanza, aveva solo avuto un ritmo lento di crescita intrauterina. Alla nascita pesava un chilo e 600 grammi. I carabinieri avevano sequestrato la cartella clinica nel reparto di Ostetricia dell'ospedale di via Messina Marine. La piccola era ricoverata in Terapia Intensiva Neonatale. Sul caso l’ospedale aveva replicato: "La piccola è nata il 16 marzo 2015 da parto cesareo in precesarizzata, nel corso della 39 settimana di gravidanza seguita da altra struttura. Alla nascita il peso era di 1.680 gr, basso per l'epoca gestazionale. Le condizioni della neonata, hanno reso necessario l’immediato  ricovero in Terapia Intensiva Neonatale".

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X