stampa
Dimensione testo
DAI LETTORI

A Palermo spuntano i rifiuti «decorativi» per la statua del Genio della Vucciria

Pubblichiamo gli sms e le e-mail inviati a Ditelo a Rgs (in onda da martedì a sabato su Tgs e Rgs, vedi la pagina dei programmi TV) e alla pagina del Giornale di Sicilia su Facebook. Il numero accanto ai titoli indica le segnalazioni pervenute

Rifiuti

Massimiliano Schimmenti

da via Bergamini

Capita tutti i giorni di vedere la zona adiacente alle nostre case invasa da cumuli di spazzatura, mobili in disuso, cani randagi. Vorremmo sapere a chi compete il compito di rimuovere tutto quello che dobbiamo sopportare ogni giorno. Il terreno si trova in fondo alla via Bergamini, a Villaggio Santa Rosalia.

Giuseppe Catanzaro

da piazza Garraffello

Ecco come si presenta il Genio di Palermo ai turisti che si recano alla Vucciria, con un cumulo di rifiuti ai piedi della statua.

Marcello Sanfilippo

Bisognerebbe che i vigili o la polizia controllassero il lavoro degli operai.

Maurizio Castagnetta

da corso dei Mille 

In corso dei Mille da un mese due recipienti di amianto sono posizionati sopra il marciapiedi ma nessuno pensa di farli togliere.

Tanti i casi di spazzatura o rifiuti ingombranti depositati in varie parti della città. Ma particolarmente pericolosa è la presenza di amianto in città. Dallo scorso mese di aprile, dalle strade di Palermo sono state rimosse circa cento tonnellate di amianto. In media quasi una tonnellata per ogni giornata lavorativa. A tanto ammontano gli interventi effettuati dalla DgEco Studio Gullo srl, la ditta che ha vinto l’appalto comunale da 150 mila euro fino al raggiungimento di 150 tonnellate.

 

Potature

Mariantonietta Stellone

da viale Iris

Gli alberi malati e non curati di viale Iris hanno grossi rami pericolanti.

Giacomo Cinà

da piazza Giulio Cesare

Sono passato da piazza Giulio Cesare, gli alberi hanno formato una galleria. Che vergogna.

Il Comune di Palermo ha un programma di interventi che viene aggiornato annualmente. Le potature, però, spesso subiscono dei rallentamenti a causa di operazioni «extra» e urgenti. Ad oggi, gli operai impiegati nel servizio di potature sono circa 50, suddivisi in 6 squadre. Purtroppo le attese risorse per la formazione di nuovo personale non sono arrivate con l’approvazione del bilancio comunale. La manovra ha destinato circa 700 mila euro alla cura del verde cittadino, ma la priorità restano i giardini. La gran parte delle somme stanziate servirà, infatti, per finanziare l'acquisto di piante, macchinari e arredi. Nel piano di riorganizzazione ideato dall'assessorato, il capitolo risorse umane resta perciò la nota dolente.

 

Formazione 

Antonino Spallino

Tutto in contemporanea. Da un lato, forse, ci concedono la cassa integrazione in deroga, dall’altro continua inarrestabile l’opera distruttiva del sistema formativo regionale da parte del governo Crocetta. Gli ex operatori impegnati nei servizi formativi continuano ad essere disoccupati da quasi un anno. La maggior parte degli ex operatori dipendenti degli enti, a cui è stato tolto l’accreditamento, già licenziati, continuano ad aspettare l’avvio delle attività Prometeo. Gli operatori dipendenti degli enti che dovevano essere impegnati negli interventi della terza annualità dell’avviso 20 sono ancora in attesa di iniziare a lavorare. Gli operatori che hanno prestato regolarmente servizio da parecchi mesinon vengono retribuiti.

Una lista nera degli enti di formazione che non pagano i lavoratori e non rispettano le norme fissate dalla Regione. L’ha annunciata a «Ditelo a Rgs» il neo assessore regionale alla Formazione, Mariella Lo Bello, dopo la scoperta di enti non in regola e rispondendo alle segnalazioni di docenti e allievi non pagati da anni.

 

Servizi 

Sms firmato

Nell’acquedotto di Villabate, da un mese ci sono perdite di acqua in viale Europa.

 

 

Assistenza

Carolina Tarantino

Sono in pensione da un anno e tre mesi dall’istituto regionale d’arte, dopo 46 anni di servizio e 66 di età. Non ho ancora ricevuto un centesimo del mio Tfr con la giustificazione che la Regione non ha soldi. Ma per altre cose li trovano.

 

Sanità 

Giovanni Di Salvo

Andate il martedi e il venerdi all’ambulatorio della terapia del dolore di Villa Sofia. Tempi per eseguire la terapia da 2 a 3 ore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X