stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cambia la strategia per chiedere il pizzo «Fate un’offerta... quello che potete»
OPERAZIONE ZEFIRO

Cambia la strategia per chiedere il pizzo
«Fate un’offerta... quello che potete»

di
Bruno al commerciante: «Ma non è che devi venire solo a Pasqua ed a Natale. Tu quando vuoi salire sai dov'è che sono. Ti vuoi venire a fare una passeggiata. Io li do a te e tu te li porti e te la sbrighi tu»

PALERMO. Sono affamati di soldi. Per loro, per i carcerati e per i loro familiari. Cercano posti di lavoro per i congiunti. E a volte cercano di far passare l’intermediazione nel pagamento delle estorsioni quasi come un atto di bontà: «Ieri, come promesso, ti sono andato a sistemare la cosa. Dico, non stanno chiedendo la luna, al vostro buon cuore...».

Le parole di Natale Bruno sono illuminanti, in questo caso. Il capo di Brancaccio ha davanti a sé un commerciante che abita nel quartiere ma ha un negozio a Bagheria: ha trovato il lucchetto che chiude la saracinesca bloccata dall’attack, ha già chiaro a chi rivolgersi per ottenere uno sconto dal clan locale che gli chiede la «messa a posto». E vuole essere sicuro di pagare le persone giuste.

Arresti a Brancaccio, tutti i nomi e le foto


Bruno, interpellato, si mette all’opera. È la mattina del 10 ottobre 2012 quando dialoga col fratello Giuseppe nel quartier generale della cosca, il magazzino di via Di Pasquale, e organizza una missione a Bagheria. Dice Natale: «Solo io ci dovevo andare per il fatto dei soldi di quello, se è vero che se li sono presi o non se li sono presi. Solo questo ci dovevo dire...».

I fratelli si riferiscono a Gino Tutino, pregiudicato di Bagheria, in cella per favoreggiamento alla mafia: è lui che avrebbe incassato il «pizzo» dopo aver bloccato il lucchetto del negoziante. Ed è lui che Bruno va ad incontrare a Bagheria con un amico pregiudicato, a bordo di uno scooter Yamaha blu. La trasferta va a buon fine, tanto che l’indomani il commerciante viene convocato in via Di Pasquale.

ALTRE NOTIZIE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X