OPERAZIONE ZEFIRO

Cambia la strategia per chiedere il pizzo
«Fate un’offerta... quello che potete»

di
Bruno al commerciante: «Ma non è che devi venire solo a Pasqua ed a Natale. Tu quando vuoi salire sai dov'è che sono. Ti vuoi venire a fare una passeggiata. Io li do a te e tu te li porti e te la sbrighi tu»

PALERMO. Sono affamati di soldi. Per loro, per i carcerati e per i loro familiari. Cercano posti di lavoro per i congiunti. E a volte cercano di far passare l’intermediazione nel pagamento delle estorsioni quasi come un atto di bontà: «Ieri, come promesso, ti sono andato a sistemare la cosa. Dico, non stanno chiedendo la luna, al vostro buon cuore...».

Le parole di Natale Bruno sono illuminanti, in questo caso. Il capo di Brancaccio ha davanti a sé un commerciante che abita nel quartiere ma ha un negozio a Bagheria: ha trovato il lucchetto che chiude la saracinesca bloccata dall’attack, ha già chiaro a chi rivolgersi per ottenere uno sconto dal clan locale che gli chiede la «messa a posto». E vuole essere sicuro di pagare le persone giuste.

Arresti a Brancaccio, tutti i nomi e le foto


Bruno, interpellato, si mette all’opera. È la mattina del 10 ottobre 2012 quando dialoga col fratello Giuseppe nel quartier generale della cosca, il magazzino di via Di Pasquale, e organizza una missione a Bagheria. Dice Natale: «Solo io ci dovevo andare per il fatto dei soldi di quello, se è vero che se li sono presi o non se li sono presi. Solo questo ci dovevo dire...».

I fratelli si riferiscono a Gino Tutino, pregiudicato di Bagheria, in cella per favoreggiamento alla mafia: è lui che avrebbe incassato il «pizzo» dopo aver bloccato il lucchetto del negoziante. Ed è lui che Bruno va ad incontrare a Bagheria con un amico pregiudicato, a bordo di uno scooter Yamaha blu. La trasferta va a buon fine, tanto che l’indomani il commerciante viene convocato in via Di Pasquale.

ALTRE NOTIZIE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X