TRASPORTI

Palermo, odissea sul volo Ryanair da Londra: ritardo di cinque ore

L’aereo doveva atterrare venerdì alle 20.35 nello scalo, ma è arrivato dopo l’una. Mistero su un possibile guasto: c’è chi ha avvertito odore di bruciato a bordo

PALERMO. Cinque ore in aereo per raggiungere Palermo da Londra. Cinque ore tra sali e scendi, guasti non meglio identificati, ritardi abissali che con il maltempo in agguato da giorni nei nostri cieli non avevano niente a che fare.  È capitato venerdì sera ai viaggiatori della Ryanair che dall’Inghilterra, con volo diretto, avrebbero dovuto raggiungere le coste siciliane alle 20,35. L’epopea, invece, è durata più di 5 ore e «i piedi per terra» sono stati poggiati solo dopo l’una di notte.

Stesso disagio per gli ignari in stallo sulle sedie dell’aeroporto «Falcone e Borsellino» che attendevano di decollare per Londra e che, invece, hanno visto scivolare sul tabellone l’orario di imbarco: dalle 21.10, l’aereo della compagnia low cost si è alzato dalla pista di Punta Raisi solo all’ 1.35.

Ma cosa ha causato tanto trambusto? Chi era a bordo racconta di un primo avviso, poco dopo la partenza da Londra. Annunciava prima il «malessere di una hostess» e poi un problema tecnico, niente di preoccupante, che però aveva convinto il pilota che era più prudente virare e puntare su Bergamo. Una volta atterrati a Punta Raisi, una delle hostess avrebbe chiesto ai clienti seduti in coda se durante il volo avessero percepito «odore di bruciato». E qualcuno lo avrebbe sentito.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X