Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Il mercato del Palermo: aumentano le pretendenti per Brunori, Aurelio in uscita

Le richieste di informazioni per l'attaccante rosanero arrivano da Serie A e B, mentre per il terzino sinistro c’è aria di divorzio

Giuseppe Aurelio (foto Tullio Puglia)

Che Brunori fosse il pezzo pregiato del mercato del Palermo era da preventivare, ma in pochi avrebbero immaginato che ancor prima dell’apertura delle trattative potessero esserci così tante pretendenti per lui, dalla massima serie come da quella cadetta: alla corsa per l’attaccante si sono infatti aggregate nelle ultime ore Pisa, Brescia e Verona, che vanno ad aggiungersi a Sassuolo e Genoa, mentre più defilate appaiono al momento Lecce ed Empoli.

Nessuna di queste squadre ha ancora formulato un’offerta concreta, con il Palermo che ne osserva con grande attenzione i movimenti: se qualcuno dovesse rilanciare per Brunori, i 5-6 milioni di euro che la società di viale del Fante chiede come base di partenza per una trattativa andrebbero a lievitare, portando nelle casse rosanero un tesoretto che potrebbe poi essere reinvestito in altri giocatori di livello.

Un giocatore destinato a salutare sembra Aurelio: nella stagione appena conclusa il suo rendimento non è stato all’altezza di quanto visto nel 2022/23, così il Palermo andrà a caccia di una nuova alternativa a Lund (che essendo impegnato in Copa America potrebbe non esserci nei primi giorni di ritiro). Per l’ex Pontedera, che ha un contratto fino al 2027 e dal prossimo campionato scalerebbe in lista over, si cercherà una soluzione a titolo definitivo o in prestito: per sostituirlo, il primo nome rimane quello di Cacace dell’Empoli, ma al momento resta solo una suggestione senza che vi siano stati contatti più fitti tra i due club.

Chi invece De Sanctis proverà a trattenere a tutti i costi è Segre, che piace a Pisa e Lecce e non ha ancora rinnovato con la società di viale del Fante (scadenza 2025): un prolungamento del contratto, su cui la dirigenza rosanero sta tuttora lavorando con gli agenti del numero 8, scriverebbe la parola fine su ogni trattativa.

In entrata il primo nome resta quello di Esposito, rientrato all’Inter dopo il prestito alla Sampdoria, ma su di lui oltre all’Empoli ha chiesto informazioni il Sassuolo, dove sia Berardi che Laurienté dovrebbero cambiare aria. Concorrenza anche per Mendes e Caligara, entrambi in uscita dall’Ascoli: il primo è nel mirino di Brescia e Antalyaspor, il secondo della Sampdoria. In stand-by le riflessioni su Mazzitelli: prima il Frosinone dovrà definire il nuovo allenatore e tracciare le prospettive per 2024/25. In difesa è ancora Ferrari il profilo in cima alla lista, ma le pretendenti non mancano né dalla Serie A né dall’estero.

Anche se ancora manca tanto tempo all’apertura ufficiale del calciomercato e all’apertura delle liste, tutte le società di Serie B si stanno muovendo per cercare innanzitutto di confermare i giocatori ancora tesserati e riscattare quelli che sono eventuali prestiti in via di scadenza. Tra le società di più attive, oltre al Palermo, c’è sicuramente il Brescia. Riscattato Borrelli dal Frosinone e anche Dickmann, le rondinelle vogliono regalare al tecnico Maran un rinforzo di qualità nel reparto offensivo. Si tratta di Daniele Verde, esterno mancino in forza allo Spezia e a gennaio molto vicino anche al Palermo.

Nonostante un contratto lungo fino al 2027, la società ligure pare avere intenzione di liberarsi dall’oneroso contratto del numero 99 bianconero. Gli spezzini, tra l’altro, stanno ricevendo notevoli richieste dalla Serie A per Emil Holm, in prestito all’Atalanta, con la quale ha vinto l’Europa League.  Bologna e Lazio stanno bussando insistentemente alla porta dello Spezia che potrebbe ben presto fare cassa e poi pensare al mercato in entrata.  Un altro difensore che ha fatto bene, in Serie B, è Alessandro Circati con il Parma, sul quale c’è forte l’interesse del Napoli di Conte.

Capitolo Sampdoria. Dopo giorni di tensione e molta incertezza riguardo al futuro, adesso sembra proprio che tra i blucerchiati e il tecnico Pirlo sia tornato il sereno. È andato bene, infatti, l’incontro tra l’ex Juventus e il futuro direttore sportivo della Samp, Pietro Accardi. Le premesse per andare avanti insieme ci sono, per quel campionato che avrà l'obbligo di provare a riportare la Samp in Serie A. Da valutare, in uscita, la posizione di Audero, che rientrerà dall’Inter e che difficilmente resterà a Genova: il Sassuolo è fortemente interessato su di lui. Obiettivo massima serie anche per la Salernitana. Per far ciò, dopo l’arrivo del ds Petrachi, i campani potrebbero confermare Fazio al centro della difesa.

 

Caricamento commenti

Commenta la notizia