stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Palermo, Corini: «Meritavamo la vittoria. I fischi? Li rispetto»
SERIE B

Palermo, Corini: «Meritavamo la vittoria. I fischi? Li rispetto»

di
palermo calcio, Eugenio Corini, Palermo, Calcio
Il tecnico del Palermo, Eugenio Corini (Foto Tullio Puglia)

I fischi al termine di Palermo- Cittadella sono stati molto forti. E l’amarezza non la nega neanche il tecnico Corini, intervenuto così in conferenza stampa post partita.

«Le riflessioni personali le rispetto sempre. Però bisogna dire che il Cittadella gioca da 10 anni con lo stesso sistema. Noi oggi abbiamo provato a giocare e il primo tempo è stato più duro e più tattico. Però la voglia di fare la partita c’è sempre stata. La crescita c’è stata, anche rispetto all’ultima partita casalinga contro il Pisa. Oggi dico che bisogna accettare i fischi e le polemiche e accettare i problemi. L’unico pensiero che dobbiamo avere è lavorare e continuare a faticare. Oggi abbiamo portato tanti uomini dentro l’area di rigore. I ragazzi ci hanno provato fino alla fine e le valutazioni le faccio anche in merito alla forza difensiva dell’avversario ».

Corini commenta dicendo che la vittoria arriverà presto: «La volontà di provarci c’è sempre stata. E questo è fondamentale. Abbiamo provato anche mettendo uomini offensivi. La squadra è stata compatta e solida, abbiamo sempre provato a fare le nostre cose. Manca la vittoria dal punto di vista mentale, inutile nasconderci. Ma arriverà. Rimane qualche difetto strutturale su cui bisogna lavorare per essere più incisivi. Creiamo i presupposti ma non sempre siamo concreti. Oggi meritavamo la vittoria. Claudio Gomes ha fatto molto bene. È dinamico e ci rende fluidi e veloci. Elia? Siamo un po’ preoccupati ma speriamo che vada tutto bene come la prima volta ».

La delusione che tantissimi tifosi rosanero provano è condivisa anche dallo stesso Valente, che in sala stampa ha detto che i palermitani oggi non meritano questo: «C’è tanta delusione, abbiamo creato tanto. Questo è un momento in cui le cose non vanno bene. Ci gira tutto storto. Ma da domani si torna a lavorare. I fischi di oggi si devono trasformare in applausi. Torneremo quello che siamo sempre stati. In tre anni il calore dei tifosi non è mai mancato. Ci riprenderemo perché Palermo non merita tutto questo».

L’analisi sul match: «Nel primo tempo abbiamo tirato con Brunori, nel secondo tempo io ho sfiorato il gol. E contro il Cittadella, che è comunque una squadra importante e che da anni gioca la Serie B ad alti livelli. Per tutti i giocatori non è facile entrare a partita in corso e fare bene. Anche chi sta fuori lavora tutta la settimana per entrare al massimo. Dal punto di vista tattico agli esterni Corini chiede di stare sempre alti e di andare in profondità. Si è visto nelle ultime due partite questo, dove avremmo meritato altri risultati. Non è un fatto di ansia. Vogliamo fare bella figura davanti al nostro pubblico e soprattutto punti perché la classifica non è quella che rispecchia il Palermo. Dobbiamo riprenderci».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X