IL NUMERO 1 ROSANERO

Palermo, Brignoli ringrazia Foschi: "Grazie direttore, adesso prendiamoci la A"

cessione palermo, Palermo, Stipendi Palermo, Alberto Brignoli, Rino Foschi, Roberto Stellone, Palermo, Calcio, Sport
Alberto Brignoli

"Abbiamo vissuto le vicende societarie con molta preoccupazione, sembrava tutto a posto, poi le cose sono cambiate, ma alla fine l'importante è che tutto si sia risolto, c'è da ringraziare il direttore Foschi e tutti quelli che hanno lavorato 24 ore al giorno per permetterci di prendere gli stipendi e soprattutto di evitare la penalizzazione". Così, ai microfoni di Sky Sport 24, il portiere del Palermo, Alberto Brignoli, sulla situazione del club rosanero risolta in extremis dal neo-presidente, Rino Foschi, grazie all'aiuto della famiglia Mirri. Un caos difficile da gestire per una squadra in lotta per la A.

"Mister Stellone è stato bravissimo a tenerci tranquilli, ci ha fatto lavorare in maniera serena, senza farci arrivare messaggi negativi pur essendo sempre realista al 100% - ha proseguito Brignoli -. Nello spogliatoio è normale che si parli di certe cose, ma quando ci si avvicina alla partita si fa il proprio lavoro al 200%, eppure in settimana avvertivamo la confusione, come ha detto Bellusci qualche giorno fa la situazione era poco chiara, avevamo notizie sporadiche e frammentarie ed era veramente difficile andare avanti".

Proprio lo sfogo e l'appello di Bellusci successivo al pareggio casalingo con il Foggia, ha contribuito a compattare squadra e pubblico e contro il Brescia, nello scontro diretto di venerdì scorso, c'erano oltre 22mila persone al Barbera. Contro le "rondinelle", però, è arrivato soltanto un pareggio con il gol-beffa di Tremolada al 92esimo. "Ha messo un cross, la traiettoria è stata cambiata dal vento, si è alzata e poi abbassata di colpo, io avevo fatto il passo in avanti e sono rimasto sorpreso, dispiace perchè avevamo riportato la gente alla stadio, avevamo stradominato la partita, il rammarico c'è, ma dobbiamo guardare avanti, ora i punti valgono doppio e dobbiamo fare di tutto per raggiungere il nostro obiettivo che è quello di riportare in A il Palermo".

Brignoli si è preso anche una parte di colpa per la rete subita. "Sono sempre stato abituato a prendermi le mie responsabilità e a metterci sempre la faccia se capisco che non vengo strumentalizzato, qui posso essere sempre sincero con i miei compagni e con la gente con cui convivo quotidianamente, nel calcio è un qualcosa che si vede raramente".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X