CALCIO

Disastro Palermo, ora Stellone rischia: pronto Delio Rossi

cremonese palermo, palermo calcio, serie b, Delio Rossi, Rino Foschi, Roberto Stellone, Palermo, Calcio
Roberto Stellone

La settimana infernale per il Palermo ieri ha avuto il suo apice con la sconfitta di Cremona, la seconda consecutiva. In mezzo la sentenza della Cassazione su Zamparini che non ha certo rasserenato il clima in viale Del Fante.

Ma non solo: da ieri anche la panchina di Stellone è più calda. Il tecnico è in discussione, anche se, come si legge sul Giornale di Sicilia in edicola, prima di domani non saranno prese decisioni. Foschi avrà un confronto con l’amministratore delegato Facile per stabilire con quale guida il Palermo dovrà affrontare il resto della stagione.

Delio Rossi sarebbe il principale candidato per succedere al tecnico laziale, contestato per l’evidente calo delle ultime partite e per la figuraccia contro la Cremonese.

Stellone, allontanato dalla panchina al 22’ del secondo tempo. “Nella ripresa la differenza l’hanno fatta i giocatori della Cremonese perché hanno vinto più duelli e noi invece abbiamo creato molte meno occasioni. Non mi resta che fare i complimenti ai nostri avversari perché hanno costruito una gara migliore della nostra nell’arco dei novanta minuti, ma noi abbiamo in parte pagato l’emergenza che ci accompagna. Non solo, abbiamo rinunciato a Moreo troppo presto per come si era messa la gara e per quello che stava facendo il nostro attaccante. Però non faccio drammi, dobbiamo proseguire a testa alta”.

Il clima è teso, la cessione societaria e le vicende giudiziarie dell’ex patron Zamparini, potrebbero aver contribuito al senso di incertezza che aleggia negli spogliatoi. «No, non cerco alcun alibi - taglia corto Stellone -. Quanto sta accadendo fuori dal campo non può e non deve avere ripercussioni sullo spogliatoio. Posso solo dire che ci mancano giocatori importanti, che la squadra gioca senza elementi chiave in alcuni ruoli e così devo adattare altri giocatori in posizioni diverse dal solito”.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X