COPPA ITALIA

Con l'Alessandria tocca al "Palermo 2", Ballardini rispolvera Maresca e si affida a Vazquez

di
coppa italia, Palermo-Alessandria, sedicesimi, Davide Ballardini, Franco Vazquez, Palermo, Calcio
Franco Vazquez

PALERMO. Il Palermo ha tremato e si è inchinato al cospetto di gente come Buffon, Pogba e Dybala. Oggi di   fronte a Manfrin, Vitofrancesco e Marras spera di passare un pomeriggio diverso. Impossibile   definirlo tranquillo nel calcio di oggi, ma almeno che sia un pomeriggio che regali la soddisfazione   del passaggio del turno agli ottavi di Coppa Italia e la prima vittoria dal ritorno in panchina di   Davide Ballardini. L’impresa non è proibitiva. Stavolta di fronte non ci sono i campioni d’Italia, ma   l’Alessandria, squadra di Lega Pro, al secondo posto nella classifica del girone A dietro al   Cittadella. Tra le curiosità nella squadra allenata da Angelo Gregucci ci sono gli attaccanti Antimo   Iunco, l’anno scorso al Trapani, e Filippo Boniperti, nipote di Giampiero, storica bandiera della   Juventus. L’ultimo precedente con i piemontesi risale a 18 anni fa ed è un bel ricordo per il   Palermo. Era sempre Coppa Italia, ma di C, e i rosanero nel febbraio del 1998 si sono imposti alla   Favorita per 1-0 con gol su rigore di Cardinale. È dolce anche l’unico incrocio tra Ballardini e   Gregucci, quando l’attuale tecnico rosanero è andato a vincere con la Lazio nel 2009 in casa   dell’Atalanta.

Con l’Alessandria c’è soprattutto la curiosità di vedere all’opera il “Palermo 2” che metterà in   campo Ballardini di fronte a un Barbera che sarà semideserto, ma che vedrà tra gli spalti circa   tremila studenti delle scuole palermitane grazie al progetto promosso dal Palermo “La scuola al   Barbera”. Con Lazio e Juve è scesa dall’inizio la stessa formazione. Oggi, invece, il tecnico   rosanero si affiderà sicuramente a un ampio turnover in vista poi della trasferta di domenica a   Bergamo con l’Atalanta, che appare già un crocevia importante nella seconda avventura di   Ballardini a Palermo. È giusto, però, pensare a una cosa per volta, perché anche dalla sfida con   l’Alessandria Ballardini potrà osservare le risposte dei giocatori che di solito sono impiegati di   meno. Il Palermo di oggi, però, sarà guidato ancora una volta da Vazquez, dato che il Mudo   sconterà un turno di squalifica in campionato contro l’Atalanta. Una vittoria può portare un po’ di   fiducia in più, mentre la prestazione che verrà fuori oggi pomeriggio al “Barbera” (fischio d’inizio   alle 15) può fare capire se Ballardini ha in mano o meno la squadra ereditata da Iachini.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X