stampa
Dimensione testo
L'ANALISI

Un ruolo di primo piano a Quaison nel Palermo del futuro e si recuperi il patrimonio Belotti

di
Calcio, campionato, SERIE A, Andrea Belotti, Palermo, Calcio
L'attaccante del Palermo, Andrea Belotti

PALERMO. Non è ancora tempo per bilanci definitivi, però da queste ultime partite di campionato, in cui il tecnico rosa sta provando qualcosa in vista del prossimo anno stanno, emergendo a nostro parere certe realtà. La prima è che non è facile rinunciare a Sorrentino, a meno che non arrivi un portiere di grande valore. E sul mercato non ne vediamo.
La seconda è che Quaison merita un posto di primo piano nel prossimo Palermo, per conto nostro potenzialmente è più forte di Chochev e Lazaar (parlando di giovani) e merita di essere valorizzato in un ruolo che gli è con geniale. In attacco e non esterno di difesa/centrocampo. Parlare di Be lotti è inevitabile, infine. Lo scorso anno il Giornale di Sicilia lanciò una specie di referendum trai tifosi, per capire a quali rosa dedicare i poster sul giornale. Belotti vinse alla grande. Lo scorso anno il «Gallo» era considerato (e per molti lo è ancora) più forte di Berardi, con cui faceva coppia nell' Under 21. Oggi Berardi viene valutato 20 milioni, ma ha giocato sempre. Belotti non ha giocato mai e per il Palermo sarebbe un problema rientrare nell' investimento. Iachini, che è stato abilmente aziendalista valorizzando Vazquez e Dybala, dovrà cercare di non svalutare un patrimonio che fa gola a mezza serie A. Ma fin quando continuerà a giocare con un solo attaccante gli verrà difficile.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X